Stipendi, la classifica delle province: Milano leader, Avellino e la Campania sprofondano

Stipendi, la classifica delle province: Milano leader, Avellino e la Campania sprofondano

6 dicembre 2016

Come lo scorso anno l’Osservatorio Jobpricing ha stilato la graduatoria del Geography Index 2016, ovvero la classifica della retribuzione media rilevata nelle 110 province italiane tra i dipendenti dei settori privati. La città dello Stivale a reddito più alto si conferma Milano in una lista che vede la media nazionale salire a 29.176 euro annui lordi, dai 28.653 dell’anno scorso. Il fanalino di coda è invece Lecce con 23.001 euro all’anno, tuttavia la Campania, tra le 20 regioni, non occupa una posizione degna di stima.

Tra i 27 e i 24 mila euro è quanto si trovano i dipendenti delle cinque provincie campane in busta paga, praticamente la stessa cifra dello scorso anno. E se l’intera regione occupa il 12° posto, le singole province scivolano tutte oltre la cinquantesima posizione. Rispetto allo scorso anno Napoli scende di un gradino: suo il 58esimo posto con 27. 302 euro, anche Salerno perde una posizione e occupa il 71esimo posto con 26.834 euro, 89esima Caserta con 25.409, addirittura 93esima Avellino con 24.367.

L’unica eccezione regionale sembra essere Benevento. Dopo il mega investimento della Nestlè che ha rilanciato con 48 milioni la fabbrica destinata alla lavorazione della pizza surgelata, anche il rapporto JobPricing ha assegnato un podio alla cittadina sannita, che sebbene non scali la classifica (suo il 78esimo posto), inverte la tendenza di stabilità e conquista ben 9 posizioni, lasciando ben promettere sul futuro.