Stazione Hirpinia, Gambacorta: “Opera fondamentale. Qui ferrovia ferma all’Unità d’Italia”

Stazione Hirpinia, Gambacorta: “Opera fondamentale. Qui ferrovia ferma all’Unità d’Italia”

30 giugno 2018

Si è tenuto questa mattina il Consiglio comunale straordinario e urgente di Ariano Irpino, convocato per discutere del documento di Area Vasta e della Stazione Hirpinia dell’Alta Velocità-Alta Capacità Ferroviaria della Napoli-Bari. Una seduta aperta alla partecipazione dei parlamentari, dei consiglieri regionali, dei sindacati e dei sindaci.

“Il Consiglio Comunale ha condiviso all’unanimità il Documento di Orientamento Strategico di Area Vasta alla presenza di tanti sindaci e amministratori comunali dopo un lavoro durato quasi due anni – evidenzia il sindaco Domenico Gambacorta -. La strategia proposta si basa sull’idea che il cuore della trasformazione
del territorio sia rappresentato dalla Stazione Hirpinia e dall’Alta Capacità ferroviara della Napoli Bari”.

“Si tratta di un’opera epocale per il Mezzogiorno interno – prosegue Gambacorta –  che arriva 150 anni dopo la ferrovia realizzata subito dopo l’Unità d’Italia, e che entro 12 mesi aprirà i cantieri in Valle Ufita dopo un percorso politico amministrativo durato dieci anni, ricordo l’approvazione del progetto preliminare a Benevento ad aprile
2009″.

“L’opera avrà un impatto occupazionale notevole e una ricaduta forte su un territorio in crisi dal punto di vista economico – sottolinea Gambacorta. L’opera non deve rimanere una incompiuta e pertanto,dopo la pubblicazione della gara per il tratto Apice-Ariano, deve essere accelerata la redazione del progetto definitivo della Ariano-Orsara e la successiva approvazione da parte dei comuni di Ariano Irpino, Savignano, Greci Montaguto”.

“Ci auguriamo che il Governo e tutti i parlamentari della Campania considerino prioritaria la Napoli Bari Lecce Taranto e si impegnino ad individuare le risorse finanziarie per il completamento”.