Stadio Partenio, cifre e modalità dell’accordo tra l’Avellino e il Comune

Stadio Partenio, cifre e modalità dell’accordo tra l’Avellino e il Comune

4 giugno 2018

Giungono i dettagli del documento che ha sancito l’accordo tra l’Unione Sportiva Avellino e il Comune relativo ai canoni pregressi e ai lavori effettuati allo stadio Partenio-Lombardi.

Crediti e debiti ognuno al loro posto grazie anche all’attuazione del protocollo d’intesa del 21 aprile 2017, la quale ha contribuito a mettere la parola fine sugli interventi effettuati dal club di Walter Taccone all’impianto sportivo di contrada Zoccolari. Giovedì scorso Pietro Schiavone, legale dell’Avellino nella partita con Palazzo di Città, aveva illustrato in conferenza stampa alcuni aspetti dell’intesa ma ora se ne conoscono cifre e modalità in maniera ancora più puntuale.

L’Avellino dovrà versare nelle casse del Comune 811.500 euro di canoni pregressi non corrisposti fino al giugno 2017, oltre a quelli relativi alla stagione appena finita in archivio (luglio 2017-giugno 2018) ancora da quantificare. Per pagare, le parti hanno concordato un piano di rateizzazione da presentare entro il prossimo 30 giugno con prima rata da versate entro il 31 ottobre.

Lo stesso termine è stato stabilito per i 523.300 euro che l’Ente di Piazza del Popolo dovrà corrispondere al club biancoverde per i lavori effettuati negli ultimi anni. In prima battuta erano stati riconosciuti a Walter Taccone 295.700 euro, ai quali sono stati aggiunti altri tre importi su richiesta della società a seguito di ulteriori verifiche.

L’Avellino riceverà altri 117.600 euro per il manto erboso del Partenio B tuttavia sottoposto a condizione sospensiva: la cifra sarà erogata soltanto dopo la crescita dell’erba sulla superficie di gioco adiacente al campo A. 50mila euro per l’installazione dei tornelli e 60mila per il parcheggio ospiti le altre somme spettanti all’Avellino.

L’accordo contiene anche l’impegno a non intraprendere azioni giudiziarie e quello, da parte del Comune, di ritirare l’atto di citazione in giudizio per il recupero dei canoni pregressi. Infine l’Ente comunale ha autorizzato i nuovi lavori per il rispetto dei criteri infrastrutturali della Licenza Nazionale 2018/2019.

Sarà Walter Taccone ad anticipare l’esborso economico per mancanza di fondi e tempistica ristretta del Comune, che a sua volta ha chiesto al club di inviare almeno tre preventivi per la realizzazione degli interventi contenuti nelle prescrizioni dell Lega B.