Sprint Campania, oggi il road show irpino con Alois

22 marzo 2005

Carlo Ercolino dell’Ice di Napoli, Aldo Corati, consulente Simest spa, Costantino Capone, presidente della Camera di Commercio di Avellino, Carlo Lamura, coordinatore Sprint Campania, e ancora Sergio Cifalinò, esperto Tfi presso il Ministero alle Attività Produttive, Francesco Saverio Coppola, direttore Studi e Ricerche del Mezzogiorno, Silvio Sarno presidente Unione Industriali di Avellino, Gianfranco Lanna, consigliere di amministrazione Simest, Mauro Pasqualucci, responsabile Sace, Luciano Califano, dirigente regionale, Edoardo Imperiale, direttore Sprint Campania, Alfonso Ruffo, direttore della testata Il Denaro nelle vesti di moderatore e Gianfranco Alois, assessore regionale uscente alle Attività Produttive. Un tavolo di grandi presenze per ‘Campania sprint’, il road show del sistema integrato per l’internazionalizzazione delle Imprese Campane che oggi ha fatto tappa ad Avellino presso la Camera di Commercio in Piazza Duomo. Lo sportello regionale rientra in un più ampio quadro di politiche per l’internazionalizzazione che la Regione Campania ha previsto nel Por 2000-2006. Nato da una convenzione stipulata tra l’Ente Regione, Ministero alle Attività Produttive, Ice, Sace, Simest e Sistema camerale campano, rappresentato da Camera di Commercio di Avellino e Caserta, Eurosportello e Valisannio, lo Sprint Campania, come spiega l’assessore Alois, ha due specifiche finalità. Agevolare l’accesso degli operatori economici ai servizi promozionali assicurativi e finanziari e agli strumenti internazionali, comunitari nazionali e regionali, mediante una maggiore diffusione sul territorio degli stessi; fornire un supporto per lo sviluppo di progetti di promozione dell’export e alla realizzazione di iniziative previste dal programma regionale per l’internazionalizzazione. La rete degli sportelli provinciali è ubicata presso le Camere di Commercio campane.