Spaccio nel beneventano, arrestato extracomunitario

Spaccio nel beneventano, arrestato extracomunitario

14 ottobre 2017

Nella mattinata odierna militari della Compagnia Carabinieri di Montesarchio (Bn) ed in particolare gli uomini della Stazione CC di Vitulano (Bn) coadiuvati da personale del Nucleo Cinofili CC di Sarno (Sa), nel corso di un’operazione, hanno tratto in arresto un 21enne pregiudicato originario del Gambia poiché ritenuto responsabile di illecita detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nel dettaglio, a seguito di attività informativa, i militari hanno iniziato servizi di osservazione tesi a verificare la fondatezza delle notizie acquisite che segnalavano un notevole strano afflusso di persone e autovetture nei pressi di una precisa zona del centro cittadino.

I servizi posti in atto hanno condotto gli operanti a localizzare la dimora del un pregiudicato del posto quale “meta” del pellegrinaggio di alcuni ragazzi soprattutto provenienti da comuni limitrofi e pertanto si è deciso, senza indugio di procedere, unitamente ad unità cinofile dell’Arma, ad effettuare perquisizione locale presso il domicilio del soggetto monitorato.

Il dubbio degli investigatori si è rivelato subito fondato: infatti l’operazione dava esito positivo in quanto all’interno della stanza da letto, all’interno del proprio armadietto, sono state rinvenute 20  dosi di hashish già confezionate, 6  dosi di marijuana, 16 pasticche di “Rivotril” (cd. droga dei poveri), cellophan per confezionare la sostanza stupefacente e una forbice utilizzata per il taglio della sostanza.

A conclusione della perquisizione quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e il pregiudicato, avente anche precedenti specifici, è stato tratto in arresto per illecita detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Lo stesso, dopo le formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Benevento, dove resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Particolare significativo dell’operazione posta in essere nella giornata odierna risulta essere il fatto che per la prima volta nella provincia sannita si è proceduto a sequestrare il medicinale “Rivotril” utilizzato come sostanza stupefacente i cui effetti, quando associato all’alcool, sono simili all’eroina.