Sorece: “Noi meridionali, il Carroccio è solo un taxi elettorale”

26 gennaio 2013

3L, la formazione di Giulio Tremonti si presenta. La curiosità dell’apparentamento con la Lega Nord è tanta, ed è lo stesso capolista a Campania 2 Orazio Sorece a chiarire. “La lista costruita da Tremonti si presenterà a questa competizione elettorale con la Lega solo per motivi organizzativi: utilizziamo il Carroccio come un taxi. La nostra lista al Senato e alla Camera sarà interamente rappresentata da uomini del Sud. Il professore Tremonti ha voluto dare spazio alle migliori risorse del Mezzogiorno, proprio per evitare fraintendimenti. Rappresentiamo un nuovo modo di approcciare con la politica, non c’è nessun vecchio volpone, e la nostra battaglia la vogliamo portare a termine”. A chi l’accusa di aver fatto uno scherzo a Arturo Iannaccone, il leader di Popoli Liberi, rimasto a guardare questa campagna elettorale dice: “il professore ha sempre avuto le idee chiare. Puntava sul rinnovamento. Mi lega con Tremonti un rapporto di vecchia amicizia poiché sono stato alle sue dipendenze quando era Ministro. Mi conosce personalmente e mi ha voluto riconoscere un ruolo importante. E di questo ne sono grato. Voglio ricordare inoltre, che Tremonti è stato uno dei ministri del Governo Berlusconi e a chi ci attacca strumentalmente di aver tradito il nostro partito si sbaglia di grosso. Con questa legge elettorale c’è bisogno del lavoro di tanti. Il nostro è un ulteriore sostegno al centrodestra, sono del Popolo della Libertà, tanto è vero che la mia partecipazione alla lista 3L è stata anche autorizzata dal questore della Camera Colucci. Questa battaglia deve vederci tutti uniti, per battere il Governo dei professori e la sinistra che ci porterà in un clima di ulteriore decadimento”. Poi uno sguardo prettamente economico: “oggi si fallisce per crediti, non per debiti. Le aziende sono costrette a chiudere per questa politica recessiva del Governo Monti che ha messo in difficoltà anche le famiglie. E’ facile aumentare le tasse per far quadrare i conti ma non si pensa in prospettiva futura. Vediamo cosa è successo con la Banca Montepaschi: Monti è arrivato in soccorso con 4 miliardi di euro, proprio la somma che le famiglie italiane si sono ritrovate a dover sborsare per l’Imu. Tremonti invece ha sempre pensato allo sviluppo. Voglio ricordare che la proposta della Cassa del Mezzogiorno, della banca del sud, della fiscalità di vantaggio sono tutte raccolte nel nostro programma. Quindi una ulteriore dimostrazione dell’attenzione verso il Mezzogiorno” . Prima di concludere, Sorece annuncia: “il nostro intento non è fermarsi alle elezioni politiche. Il progetto 3L avrà un futuro in Irpinia. Siamo pronti a sostenere il candidato del Pdl anche alle prossime elezioni comunali di Avellino”. Alla conferenza c’erano gli altri candidati alla Camera Gennaro De Giovanni di Montoro Superiore, Ettore Spatola consigliere comunale di Caposele, Maria Elena Religioso di Avellino, Gennaro Iannaccone di Avellino e Giuseppe Cambareri al Senato.