Sorbo Serpico – Voto, De Lieto: “Non esistono imprese impossibili”

19 marzo 2010

Sorbo Serpico – I “Pensionati per l’Italia” stanno conducendo a Sorbo Serpico una “durissima battaglia per dare una forte scossa a chi è rassegnato e gettare un sasso nello stagno, che serva a scuotere i tanti che si lamentano ma non fanno nulla per cambiare la loro condizione. La rassegnazione, il timore reverenziale, la paura di osare, sono i peggiori nemici della dignità, della democrazia e della speranza. I “Pensionati per l’Italia” sono scesi in campo, per dare uno strumento a quanti ritengono che vi possa essere un modo di fare una politica libera, non condizionata. Uno strumento, in sintesi, che possa servire a lanciare un segnale a chi da troppo tempo vorrebbe urlare ma non osa: ora lo strumento c’è, e chi ritiene dare voce e forza alle ragioni, alle idee, alle battaglie dei “Pensionati per l’Italia”, può farlo. Anche da un piccolo centro come Sorbo Serpico – ha evidenziato il candidato sindaco Antonio De Lieto – può partire l’urlo della protesta: se tutti coloro che ritengono che sia giunto il momento per i pensionati, per le famiglie, per le fasce sociali più deboli, di far sentire la loro voce, “oseranno” dare fiducia ai “Pensionati per l’Italia”, vincerà la democrazia, vincerà il cambiamento e la speranza. Mi sto impegnando al massimo in questa battaglia – ha dichiarato il candidato sindaco De Lieto – perché credo fermamente nella democrazia e nella possibilità di un cambiamento. Una impresa impossibile? Credo che nulla sia impossibile e tutto può accadere”.