Sorbo – Nuovo appuntamento con i gazebo dei Pensionati per l’Italia

14 marzo 2010

Sorbo Serpico – Nuovo appuntamento questa mattina a Sorbo serpico, con il “Gazebo dei “Diritti” dei “Pensionati per l’Italia”, quale punto informativo su problemi pensionistici, di previdenza, invalidità civile, invalidità ed inabilità, reversibilità, accompagnamento, nonché punto d’ascolto dei problemi e delle vicissitudini di molto cittadini di Sorbo Serpico. Attivisti del partito guidati da Antonio de Lieto candidato alla carica di Sindaco, per la lista “Pensionati per l’Italia”, hanno distribuito volantini e fatto sventolare le bandiere del partito. Una raffica di aumenti si è abbattuta sui cittadini: dall’aumento dal gas a quello dei servizi idrici, dal canone tv al carburante, dai treni ai trasporti urbani, per non parlare dei generi di prima necessità e di tanto altro – così si è espresso De Lieto incontrando i cittadini – Aumenta la schiera dei disoccupati – ha continuato De Lieto – delle famiglie in difficoltà per il pagamento di affitto, bollette di tutte le specie mutui ecc., tanti pensionati costretti a vivere con meno di 500 euro al mese, si impoveriscono le pensioni in genere, ferme da venti anni, senza che nessuno dia risposte vere e concrete ai pensionati, si assiste all’impoverimento di larga parte della popolazione: famiglie, pensionati e lavoratori – ha continuato De Lieto- sono i tre punti deboli del disastrato quadro economico del nostro Paese che si riflette in maniera disastrosa in Campania e coinvolge appieno anche un piccolo centro come Sorbo Serpico che non viene risparmiato da questa pesantissima situazione in cui comunque a pagare sono sempre pensionati e lavoratori. Tanti cittadini si sono fermati al “gazebo dei diritti” dei “Pensionati per l’Italia” che hanno dato sfogo alla loro amarezza, ai loro problemi, alla loro paura per il futuro. Accanto ad una quotidianità fatta di rinunce, stenti e sacrifici sta emergendo impotenza e rassegnazione, le peggiori nemiche di chi vede ogni giorno calpestare i propri diritti, le proprie speranze, la propria dignità. I “Pensionati per l’Italia” vogliono dare speranza e vogliono lanciare il segnale di lotta ritenendo che una società più giusta, più equa, capace di dare risposte e voce a chi non ha mai avuto voce, a chi non è mai stato ascoltato a chi sempre è stato ignorato, è possibile, anzi, è indispensabile una società più giusta, dove la dignità di tutti sia rispettata e sia posta al primo punto della scala dei valori, è possibile ed è proprio di questa magnifica sfida, lanciata dai “Pensionati per l’Italia”, Sorbo Serpico è la sua gente, possono essere protagonista.