“Sono del Pd e cercherò di candidarmi nel Pd. L’Irpinia deve tornare protagonista”. Regionali, parla Petitto

“Sono del Pd e cercherò di candidarmi nel Pd. L’Irpinia deve tornare protagonista”. Regionali, parla Petitto

13 Gennaio 2020

Renato Spiniello – Connettere l’Irpinia: questo l’obiettivo – e il titolo – della seconda tavola rotonda organizzata dall’associazione politico-culturale “Ora Avellino”, promossa dall’ex Presidente del Consiglio Comunale del capoluogo Livio Petitto.

“Ogni anno – spiega l’esponente del Pd – assistiamo a esodi di massa dal nostro territorio da parte della popolazione giovanile. Vogliamo, dunque, capire quali azioni sta mettendo in campo il Governo nazionale e il Parlamento per contrastare questo fenomeno, oltre che offrire il nostro contributo attraverso la voce dei tanti amministratori locali presenti”. Tra questi anche l’ex deputato Giuseppe De Mita, nipote dell’ex Premier e leader della Dc, sulla cui presenza Petitto precisa: “E’ stato invitato in quanto ci interessa ascoltare l’opinione di tutti. Nei prossimi incontri avremmo esponenti anche di altri partiti. Non ci sono sodalizi predefiniti ma rapporti cordiali che continueranno al di là delle appartenenze”.

Ovviamente il tema caldo resta quello delle Regionali, appuntamento a cui sarà chiamata tra qualche mese la nostra regione. “Per quanto mi riguarda appartengo al Partito Democratico – ricorda Petitto – e cercherò di candidarmi nella lista del Pd, se sarò scelto dal mio partito. Per la candidatura apicale invece attenderemo i risvolti del lavoro della segreteria regionale di concerto con quella nazionale. Io posso solo dare una mano alla coalizione di Centrosinistra”.

Il candidato governatore, secondo Petitto che nelle scorse settimane aveva lanciato segnali di apertura sia al Sindaco di Napoli Luigi De Magistris che al Movimento 5 Stelle, dovrà farsi carico della risoluzione dei problemi della nostra terra. “In questi anni abbiamo ascoltato tante parole ma pochi fatti – conclude – c’è la necessità di condividere un percorso e un progetto politico che ci veda protagonisti, perché l’Irpinia va posta al centro di ogni dibattito politico regionale”.