Solofra – Società Deas: ancora dubbi sull’approvazione dello Statuto

24 giugno 2005

Solofra – Fed, Codeso, Confapi, Cna e Associazione chimici, tutti uniti per discutere sullo Statuto della costituenda società Deas, realizzata per rispondere alla necessaria depurazione del bacino dell’Alto Sarno. Assenti giustificati all’incontro, invece, i membri dell’associazione conciatori: “E’ stata una fase di ascolto la nostra – ha commentato il consigliere della Margherita Michele Vignola – Abbiamo avuto il merito di aprire il dibattito sulla questione Statuto ed il rinvio della discussione in seno al Consiglio comunale è stata una scelta senza dubbio positiva. Il sindaco cerca di evitare la discussione con le forze politiche perché, come ha sostenuto durante l’assise, la sua è un’amministrazione civica”. Vignola sottolinea, inoltre, che sarebbe necessario aprire un tavolo di concertazione che coinvolga la Regione, proprietaria degli impianti di via Carpisani e Costa. Un dibattito che dovrebbe avere luogo prima dell’approvazione dello Statuto per evitare di cadere in eventuali contraddizioni. “Sono tre i punti che vanno esaminati a fondo: il primo riguarda il contatto con la Regione Campania, il secondo è l’apertura di un canale politico di nostra competenza senza per questo interferire con l’operato dell’amministrazione. Infine sarebbe opportuno recarsi presso Palazzo Santa Lucia in uno schieramento unitario in rappresentanza di tutte le categorie del comune di Solofra”. Dunque il discorso sull’approvazione dello Statuto resta ancora aperto anche se il team Guarino spinge verso una immediata approvazione.