Solofra – Ricercatore di funghi ritrovato sano e salvo

8 luglio 2005

Solofra – Il suo incontro con la natura, la ricerca dei gustosi funghi e l’ammiccante e suggestivo panorama del Monte Terminio hanno fatto perdere il senso dell’orientamento ad un “fungaiolo doc” di Solofra. Sono state ore trascorse all’insegna dell’angoscia e della paura per i familiari di Carmine Martella, il 35enne della città della concia che per oltre 24 ore non ha dato sue notizie. A lanciare l’S.O.S. È stato un altro ricercatore di funghi, anch’egli di Solofra, che mentre era intento ad “accalappiarsi” il fungo più pregiato e più gustoso ha perso di vista il compagno. I due “fungaioli”, non si sono persi d’animo e si sono cercati, per tutta la notte, tra gli arbusti e la vegetazione del Monte Terminio. Dopo ore ed ore di cammino, uno dei ricercatori è riuscito a trovare la strada della salvezza riuscendo a raggiungere un interpoderale che costeggia la montagna. Mentre vagava sul ciglio della strada, è stato notato ed aiutato da un automobilista che, dopo averlo accompagnato a rifocillarsi, ha chiesto aiuto ai Carabinieri della Stazione di Serino. Immediatamente sono state organizzate le ricerche anche con l’ausilio delle unità cinofile e dei Carabinieri della Compagnia di Avellino. Ricerche durate per tutta la notte. Ma fino all’alba di ieri mattina del 35enne nessuna traccia. Mentre il tempo trascorreva, l’ansia e l’angoscia prendeva il soprassalto, i soccorritori hanno tratto in salvo il “fungaiolo”. Carmine Martella è stato trovato, sano e salvo, in località Varco delle bocche di Serino alle falde del Monte Terminio. Dopo essere stato rifocillato e visitato dai volontari del 118, l’uomo ha raccontato che dopo essersi reso conto di essersi perso, con il calar della notte, stremato si è addormentato nel bosco rifugiandosi tra i cespugli. Una disavventura, fortunatamente, a lieto fine.