Solofra – “Quaderni Irpini – Il dialogo”: l’iniziativa del Prc

22 luglio 2008

Solofra – In serata in Piazza Umberto I “Quaderni Irpini – Il dialogo”: il Circolo di Rifondazione locale e la Federazione irpina del Prc, hanno dato il via ad una raccolta firme per “No al razzismo”, riguardante le impronte digitali ai rom. Inoltre hanno distribuito un giornalino con vari articoli ed appelli contro il razzismo e la discriminazione. “L’iniziativa promossa da ‘Quaderni Irpini’ – sottolinea il segretario provinciale del Prc, Imbriano – merita senza dubbio visibilità e noi di Rifondazione dove possiamo diamo un aiuto come in questo caso dove l’ evento merita solidarietà”. Il segretario provinciale fa notare che dopo la vittoria della destra in Italia “c’è stato l’imbarbarimento della politica e l’impronta dei bambini rom è solo uno dei tanti esempi che potrei citare. Quest’imbarbarimento è rappresentato – continua – dallo stravolgimento dei principi e valori su cui si basa la Costituzione Italiana come la solidarietà e l’accoglienza. In questi giorni il fenomeno dell’ imbarbarimento ha preso corpo poi con le dichiarazioni fatte dal ministro Bossi”. Facciamo notare che tutta la sinistra sta cambiando volto a livello di segreterie nazionali, quando toccherà al Prc. “Prossimamente – risponde – infatti teniamo il congresso nazionale a Chianciano da giovedì a domenica, da dove verrà fuori il nome del nuovo segretario del partito”. Chi si augura vinca? “Penso e spero che sia Nichi Vendola, l’attuale governatore della Puglia. La sua mozione è stata da me sorretta ed ha riscosso più consensi tra le quattro presentate nei congressi dei circoli. C’è un forte bisogno che la sinistra si caratterizzi ponendo il mezzogiorno come priorità politica rispetto ad un governo che porta avanti politiche razziste e discriminatorie”. Molte le firme raccolte da parte dei solofrani soprattutto i giovani.