Solofra, Petitto plaude a Bonavitacola: “Bene sul futuro del distretto conciario”

Solofra, Petitto plaude a Bonavitacola: “Bene sul futuro del distretto conciario”

22 Febbraio 2020

Si riporta la nota del già Presidente del Consiglio Comunale di Avellino Livio Petitto.

Gli impegni assunti dal vice governatore Fulvio Bonavitacola a Linea Pelle vanno certamente nella giusta direzione. D’altro canto le medesime priorità erano state oggetto di un confronto tenutosi in Regione Campania proprio tra il vice governatore Bonavitacola ed una delegazione di imprenditori capitanata dall’amico Gaetano De Maio. Adesso è necessario accelerare per incardinare, sul piano amministrativo, le risposte che il distretto conciario solofrano attende ormai da troppi anni. Ci aspettiamo, dunque, che il tavolo tecnico annunciato con l’assessore alle attività produttive, dottore Marchiello, si riunisca quanto prima così come annunciato a margine dell’incontro tenutosi a Milano. Il futuro del distretto solofrano, eccellenza assoluta del made in Italy ed unico distretto industriale dell’Italia Meridionale, passa necessariamente per una svolta nella gestione del processo di depurazione, attraverso l’adozione del modello Santa Croce e, contestualmente, per adeguati investimenti volti alla riqualificazione della rete industriale.

Gli imprenditori solofrani in questi decenni hanno saputo affrontare con coraggio e lungimiranza l’aggressione subita dai mercati asiatici e, quindi, la grande crisi economica che ancora morde, con investimenti enormi proprio sulla sostenibilità del ciclo produttivo. Tuttavia, per le inadempienze della pubblica amministrazione, in primo luogo proprio della Regione, talune criticità strutturali, quali, appunto, quelle relative alla depurazione e alla tenuta della rete industriale, hanno alimentato una narrazione mendace e gravemente lesiva del distretto a cui occorre finalmente porre rimedio. Il futuro del distretto conciario solofrano deve rappresentare una priorità assoluta dell’agenda politica provinciale e regionale.