Solofra – Pdl, gli iscritti si riuniscono per gettare le basi

25 ottobre 2011

SOLOFRA – Nella giornata di ieri, lunedì 24 Ottobre 2011 presso la sede del PDL – Popolo della Libertà di Solofra, in Via Lavinaio, si sono riuniti gli iscritti al Partito per discutere nel merito delle proposte avanzate dall’Amministrazione Comunale di Solofra nel focus su “Acqua e Depurazione” tenutosi il giorno 21 ottobre 2011 presso il Comune di Solofra – Sala consiliare “V Napoli”. Sono presenti: i Consiglieri Comunali Nicola Moretti – Coordinatore PDL di Solofra, gli Assessori Antonello D’Urso e Agostino De Maio, Ugo Martucci Capogruppo consiliare PDL. L’assemblea degli iscritti ringrazia il Consiglio Comunale e l’Amministrazione Comunale di Solofra per aver creato i presupposti affinchè un tema di grande importanza sociale qual’è la gestione delle risorse idriche, oggetto tra l’altro di una chiara volontà referendaria, stia continuando a trovare spazio nel dibattito politico locale con il coinvolgimento di tutti i soggetti che tengono veramente a cuore le questioni reali che affliggono il paese. L’assemblea degli iscritti pur condividendo in larga parte il documento redatto dall’Amministrazione Comunale, si fa carico delle seguenti proposte rispetto alle quali si chiede di continuare il confronto di merito. Gli obiettivi: Il ciclo delle acque sia gestito in maniera e modalità pubbliche, senza privati; Siano contenuti quanto più possibile i costi dell’acqua per la popolazione e siano accessibili a tutti, invitiamo per tempo, rispetto alla conferma delle tariffe del servizio idrico, di tener conto del quoziente familiare; Integrazione dello Statuto Comunale: Art. 22 bis: La gestione del ciclo integrato delle acque deve rispondere ai principi di: economicità, efficienza e efficacia; in quanto tale deve essere un servizio pubblico garantito per tutti i cittadini attraverso una gestione pubblica che vieta lo spreco dell’acqua e ne tuteli le fonti come patrimonio per l’intera umanità; Per ciò che attiene la questione depurazione, l’assemblea degli iscritti al PDL ritiene necessario il coinvolgimento della propria rappresentanza regionale – Consiglieri Regionali – affinchè partendo dall’assunto della titolarità degli AATO in materia, a meno di sconvolgimenti legislativi nazionali – permanendo lo status quo, l’ATO 1 Calore – Irpino e l’ATO 3 Sarnese – Vesuviano trovino attraverso un regolamento in convenzione la giusta modulazione tariffaria per il collettamento delle acque reflue dell’impianto di Solofra a quello di Mercato S. Severino ribadendo le deroghe agli scarichi previste e le peculiarità dell’intero complesso depurativo. Vogliamo che siano fatti tutti gli sforzi per contenere i costi della depurazione e che paghino tutti in maniera proporzionale, anche i Comuni e le Aziende che non scaricano nel depuratore di Solofra; Prendiamo atto che l’Amministrazione di cui ci onoriamo di far parte ha già dall’Ottobre 2010, unitamente all’Irno Service e alla CO.DI.SO. S.p.A., ha delineato i punti fondamentali sull’affidamento in house della gestione del servizio idrico integrato, e con delibera di G.M. n. 234 del 29/06/2011 quando ha proposto la pubblicizzazione totale delle azioni dell’Irno e del CO.DI.SO., requisiti necessari per l’affidamento dei servizi in house; Incontro – confronto pubblico con l’On. Giovanni Romano, Assessore Regionale all’Ambiente della Regione Campania, con il Presidente della Provincia Sen. Cosimo Sibilia, gli Imprenditori, le Organizzazioni Sindacali e le Amministrazioni comunali del Distretto, che si terrà nel mese di Novembre.