Solofra – L’Ambasciatore venezuelano in visita nella città conciaria

25 maggio 2005

Rodrigo Oswaldo Chaves Samudio, Ambasciatore del Venezuela, dopo domani in visita a Solofra presso l’opificio conciario ‘Albatros’ dove incontrerà operai, figli di conciatori rientrati, in passato, dall’America Latina. La città conciaria, infatti, ha visto emigrare, all’inizio del secolo scorso, migliaia di abitanti diretti in Sud America, prevalentemente in Argentina ed in Venezuela. Proprio lì, i nostri concittadini irpini, acquisirono i ‘segreti’ che li hanno resi abili lavoratori delle pelli. In Venezuela, infatti, le pelli venivano conciate ancora con procedimenti naturali, attraverso il tannino ricavato dagli alberi di castagno. Negli anni ’60, poi, molti degli emigrati sono rientrati a Solofra dove, grazie alla pratica acquisita durante il soggiorno all’estero, hanno aperto opifici conciari ad alto livello. Dopo la visita solofrana l’ambasciatore si trasferirà a Montoro Inferiore per visitare l’azienda ‘Fratelli Ingino’ e poi ad Avellino, presso lo stabilimento ‘Novolegno’. Concluderà il viaggio con la visita a Palazzo Caracciolo dove incontrerà la presidente Alberta De Simone. Un viaggio, quello dell’autorità venezuelana, diretto in particolar modo a vagliare la realtà industriale irpina e, perché no, apprendere le nuove tecnologie in atto.