Solofra, isola ecologica: tutti a giudizio

Solofra, isola ecologica: tutti a giudizio

7 marzo 2016

C’è il decreto di citazione diretta a giudizio per il sindaco di Solofra Michele Vignola nell’ambito dell’inchiesta sull’area di raccolta rifiuti realizzata in via Misericordia a Solofra. Col sindaco della città della concia sono indagati anche l’ex numero uno di Irpiniambiente e due tecnici di Palazzo Orsini.

Secondo la Procura della Repubblica di Avellino l’area dove è stato realizzato il centro dir accolta si trova in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale perchè all’interno della fascia di rispetto delle acque pubbliche “Valle Solofrana” e “Vallone delle Grotticelle”.

Al primo cittadino viene contestato di aver approvato con proprio decreto sindacale n°12249 del 22 luglio del 2013 la destinazione dell’area a centro di raccolta. Sempre al sindaco di Solofra viene contestato che il centro di raccolta è stato approvato e gestito in assenza di un piano particolareggiato di iniziativa pubblica o privata relativo all’intera zona territoriale omogenea. E senza il nulla osta dell’Autorità di Bacino pur insistendo in “area a rischio idraulico elevato potenziale”. Viene anche contestato il reato di attività di gestione rifiuti non autorizzata visto che secondo la Procura della Repubblica di Avellino ci sarebbe “aperta violazione della disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti” ed “in assenza necessarie autorizzazioni ed iscrizioni, raccolta, stoccaggio e smaltimento di rifiuti solidi urbani e assimilati non pericolosi”.

 


Latests News

Città europea del vino, 120 eventi in programma: il 25 marzo l’incontro a Matera

Entra nel vivo la macchina organizzativa di Sannio Falanghina “Città

18 marzo 2019

Nuoto, doppio titolo nazionale per la giovane Benedetta Pepe Pugliese

La giovane nuotatrice irpina Benedetta Pepe Pugliese di Montefalcione ha conquistato, durante

18 marzo 2019