Solofra – Enti uniti per la salvaguardia del Landolfi e del Tobagi

4 novembre 2009

Solofra – Il Consiglio comunale di Solofra, riunitosi nella serata di ieri, ha approvato all’unanimità il protocollo d’intesa sottoscritto dalle amministrazioni comunali di Solofra, Serino e delle due Montoro per salvaguardare il Distretto sanitario ‘Tobagi’ di Montoro Superiore e potenziare l’ospedale Landolfi di Solofra.
Nelle scorse settimane sulla vicenda si era aperta una accesa discussione tra gli Enti che ieri hanno preso parte all’assise civica di Palazzo Orsini, in particolare per quanto riguarda il destino del ‘Tobagi’. Diversi gli obiettivi che le amministrazioni intendono perseguire: potenziare e riconfermare come sede operativa il Distretto di Montoro Superiore (in particolare per i servizi Ambulatoriali) e puntare alla specializzazione del Landolfi, potenziandolo con nuove tecnologie e dotandolo il presidio ospedaliero di un impianto di risonanza magnetica. Relativamente all’ospedale di Solofra, nei progetti dei vari Enti figura anche l’attivazione di un hospice oncologico.
Per il conseguimento di tale finalità saranno interessate la Regione Campania e l’Asl di Avellino: in tal senso sarà costituito un gruppo che si impegnerà a sostenere le attività sanitarie esistenti sul comprensione serinese-irnino con iniziative di volta in volta concordate fra i componenti del comitato.

“La città di Solofra si è schierata compatta in difesa dei servizi sanitari esistenti nel comprensorio solofrano-montorese-serinese”. A sottolinearlo è stato il presidente del Consiglio comunale di Solofra, Angelo Montoro. “Nell’assise civica di ieri i consiglieri tutti hanno votato all’unanimità il protocollo d’intesa per difendere il Distretto Sanitario Walter Tobagi di Montoro Superiore e potenziare i servizi offerti dall’ospedale Landolfi. Nei mesi scorsi – aggiunge Montoro – abbiamo avuto rassicurazioni rispetto al mantenimento dei servizi offerti dal Distretto. Gli atti posti in essere dalla Regione Campania ci hanno fatto però temere che presto, molto presto, il Distretto non solo perderà la dicitura, ma anche i servizi in favore di quello esistente ad Atripalda. E questo non è ammissibile”.

Montoro continua: “Il Consiglio comunale di ieri sera ha approvato il protocollo con l’emendamento da me proposto e cioè potenziare e rendere più efficiente la rete di emergenza con particolare riguardo a quella cardiologica. La stessa delibera regionale ha imposto l’attuazione per il nosocomio di Solofra di una sala intensiva di cardiologica in diretto contatto con la Utic di Avellino”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.