Solofra – Depurazione: l’Albatros la spunta sul Commissario Jucci

12 settembre 2005

Solofra – L’azienda leader del polo conciario solofrano, l’Albatros del Cavalier Enrico Juliani, ha comunicato alla Giunta Regionale, all’Assessorato alla produttività della Provincia, al Presidente del Consiglio Comunale solofrano, al gruppo consiliare, al Sindaco e ai Sindacati, l’esito positivo ricevuto dal Tar salernitano in merito all’ordinanza n° 1475 del 26 luglio 2002: un atto che prevedeva valori della depurazione al di sotto di quelli previsti dalla legge nazionale. Una vittoria non solo dell’azienda leader, che dal 1976 occupa ben duecentocinquanta dipendenti più duecento per l’indotto, ma di tutte le altre che hanno presentato il ricorso. L’ordinanza, a detta degli operatori conciari, produceva effetti negativi risultando una sorta di restrizione circa la depurazione. Ora il Commissario Delegato, per il superamento dell’emergenza dell’alto Sarno, il generale Roberto Jucci, è pronto ad impugnare la sentenza del Tar presso il Consiglio di Stato chiedendone l’annullamento del ricorso. Il Presidente del Circolo di An locale, Elio Buonanno comunica che l’Albatros “…fa richiesta ai rappresentanti, che hanno responsabilità economica, di riflettere sulla situazione con interventi agevolatori in merito”. Nel frattempo Buonanno si è già incontrato con l’onorevole Taglialatela ed ha investito del caso anche il Ministro dell’Ambiente Matteoli, entrambi esponenti del partito di Fini”. “Come responsabile di An – conclude – ho deciso di andare avanti per la salvaguardia del polo conciario”. (di Dante Grimaldi)