Social network che ‘aiutano’: Twitter e Demi Moore evitano suicidio

20 marzo 2010

Quando i social network servono a salvare una vita. Così si può commentare quanto accaduto negli Stati Uniti, dove grazie a Twitter è stato salvato un giovane 18enne che attraverso le pagine web del nuovo strumento di comunicazione aveva manifestato la sua intenzione di farla finita. Il suo messaggio è stato intercettato addirittura da una popolarissima attrice, Demi Moore, connessa al servizio in contemporanea e in collegamento con Nia Vardalos, altra interprete di successo ad Hollywood. Le due star allarmate dall’intento suicida del giovane hanno chiamato un centro di Los Angeles specializzato nella prevenzione di questi fenomeni, che proprio grazie a Twitter è riuscito a risalire all’identità e all’indirizzo del ragazzo, così da permettere alla polizia di raggiungerlo per scongiurarne l’estremo gesto. Quando le forze dell’ordine sono arrivata a casa sua in piena notte, lo hanno trovato ancora davanti al pc ed in lacrime, ma salvo.