Sirpress di Nusco, Giuseppe Zaolino (Fismic): “Un esempio da emulare”

Sirpress di Nusco, Giuseppe Zaolino (Fismic): “Un esempio da emulare”

13 giugno 2017

I 120 lavoratori della Sirpress di Nusco hanno vissuto ieri una giornata storica. La firma del primo “contratto integrativo “(dopo il fallimento dell’ex Almec ) che porterà nei prossimi tre anni quasi 100 euro di aumento mensile e 40 nuove assunzioni, è stata l’occasione per indicare un nuovo modello di sviluppo.

A sedere allo stesso tavolo la proprietà rappresentata da Valerio Gruppioni, l’Amministratore delegato Andrea De Lucca, la Direzione Aziendale con Carla Iandolo, il Direttore ed il Presidente di Confindustria Avellino Maioli e Bruno, le RSU di Fismic- Uglm e Fiom con le rispettive Segreterie Provinciali, il Prefetto di Avellino Carlo Sessa ed il sindaco di Nusco Ciriaco De Mita.

“La Sirpress – dichiara il Segretario Generale Fismic Giuseppe Zaolino – è diventata un modello per lo sviluppo dell’Alta Irpinia. Il fare squadra tra sindacato, imprenditori ed istituzioni, ha creato le condizioni per far rinascere una fabbrica su cui sei anni fa nessuno avrebbe scommesso”.

“Il miracolo Sirpress – conclude Zaolino – è frutto dell’impegno di tutti. Dall’imprenditore che ha creduto nel progetto al sindacato partecipativo che ha creato le condizioni per favorirne l’investimento, fino alle istituzioni che hanno sostenuto questo modello di sviluppo industriale”.