Simeone (Uil): “Tavolo Sviluppo, si gioca allo scarica barile”

24 luglio 2014

Il segretario generale Luigi Simeone della Uil Avellino e Benevento interviene in merito alla vicenda del Tavolo dello Sviluppo della provincia di Avellino ” Le vicende che stanno attanagliando il territorio appare evidente non sono nell’agenda politica del governo regionale, malgrado ciò che ne possano dire i Consiglieri, gli Assessori e lo stesso Presidente nel corso dei Tour elettorali e propagandistici che a breve riprenderanno in vista delle nuove scadenze elettorali. La riunione del Tavolo del 21 luglio 2014 ha registrato l’ennesimo nulla di fatto. Avevamo auspicato ed anche ottenuto un incontro in sede regionale per domani 25 luglio ’14 puntualmente annullato perché si dovrebbe ripetere il 28 p.v in sede provinciale non si sa bene con quali presenze. Non c’è che dire : mentre la crisi morde l’economia di un’ intera provincia con drammi esistenziali che fanno dell’Irpinia la provincia con il tasso più alto in materia di suicidi, mentre si registrano altre chiusure e quelle esistenti non si risolvono con l’assenza totale della Regione vedi IRISBUS diversamente da quello che fanno in Emilia Romagna, qui in Campania si continua a giocare allo scarica barile isolando ulteriormente le zone interne forse elettoralmente poco interessanti. Se neppure la presa di posizione di tutte le parti rappresentate al Tavolo dello Sviluppo serve a porre la giusta attenzione sulle vicende dell’Irpinia, vuol dire che si deve passare alla lotta frontale contro chi ha disegnato il fallimento di un intero territorio che a ciò è chiamato a ribellarsi con il coinvolgimento di tutti i portatori di interessi sani, non potendo affidare la protesta alle sole forze sociali”.