Sidigas, quindici rinvii a giudizio

9 maggio 2008

Avellino – Tutto nacque da denunce interne. Alla fine sono stati rinviati a giudizio dal Gip Carmela Iorio, quindici tra soci, amministratori e collegio dei sindaci dell’azienda Sidigas. Il processo inizierà l’otto ottobre prossimo. Gli imputati dovranno rispondere all’accusa di truffa e false fatturazioni ai danni dello Stato. L’inchiesta nacque a seguito di una spaccatura interna alla società irpina per la distribuzione di gas, che risale al periodo 1999/2000, a causa della spartizione delle quote tra due soci. Forse la denuncia partì proprio da un ex dirigente. L’indagine fu avviata dalla Guardia di Finanza di Avellino e dalla Procura con il pm Salvatore. Al vaglio degli inquirenti una presunta emissione di false fatturazioni risalenti al 1999 per l’ottenimento di finanziamenti statali. In seguito ai dovuti accertamenti, la Procura ritenne opportuno aprire un fascicolo in cui vennero indagati ben quindici indagati tra soci, amministratori e collegio dei sindaci dell’azienda. Cade in prescrizione, invece il reato commesso dal direttore generale della Sidigas, accusato di aver emesso relazioni per l’ottenimento di finanziamenti statali. Il 20 maggio 2003 l’Autorità Giudiziaria locale incaricò il Comando Provinciale di Polizia Tributaria di eseguire un indagine rispetto ad una relazione informativa depositata il 26 luglio del 2002 dal dottore Luigi Iandolo, amministratore giudiziario della Sidigas S.p.a. di Avellino, in merito all’impiego di finanziamenti pubblici concessi alla stessa società, per la realizzazione dell’impianto di metanizzazione in 13 Comuni della provincia di Avellino, del bacino Campania 1. La legge 784 prevede che in questi casi l’azienda che risponde alle spese di realizzazione delle opere possa poi richiedere un risarcimento dell’85 per cento da parte dello Stato. Per la difesa degli imputati, le agevolazioni erano regolari sotto forma di stati di avanzamento dei lavori e uniforme alla posizione tenuta da altre aziende similari che hanno operato nel settore della distibuzione del gas sul territorio nazionale.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.