Sidigas Avellino-Reyer Venezia: mezzogiorno di fuoco al Paladelmauro

Sidigas Avellino-Reyer Venezia: mezzogiorno di fuoco al Paladelmauro

by 2 dicembre 2016

Sarà un nuovo mezzogiorno di fuoco per la Sidigas Avellino, attesa domenica prossima al Paladelmauro per il clou di giornata contro l’Umana Reyer Venezia. In palio 2 punti pesantissimi, visto che la Scandone si gioca la permanenza al secondo posto in coabitazione con Reggio Emilia e i veneti mirano proprio ad agguantare i lupi biancoverdi a quota 14 punti.

Reyer reduce dalle vittorie di campionato contro la Juvecaserta (all’overtime) e di coppa contro i rumeni di Oradea, lo stesso vale per i campani che in Lba hanno avuto la meglio di Brindisi, mentre in campo continentale hanno espugnato il Palasport lituano di Utena. Due formazioni insomma che giocano per i vertici sia in campo nazionale che in quello europeo, non per questo al giro di boa di Basket Champions League sono le uniche italiane a puntare decise ai primi 2 posti dei rispettivi raggruppamenti.

Pino Sacripanti per il delicato match si affiderà ai ritrovati Kyrylo Fesenko (Mvp della 7° giornata di Champions) e Retin Obasohan, mentre il livornese Walter De Raffaele dovrebbe recuperare il giovane figlio d’arte Tonut e il centro americano Hagins che, in aggiunta al lungo Peric e al nigeriano Ejim, rappresentano gli elementi di maggiore spicco del roster lagunare. Rendez-vous dai toni amarcord per l’avellinese Gianluca Tucci, assistant coach proprio di De Raffaele e vecchia conoscenza della Scandone di Frank Vitucci, ma non solo.

Clima amichevole sugli spalti, ottimi infatti i rapporti tra Panthers e Original Fans 1999 irpini, gemellaggio che si sta intensificando sempre di più anno dopo anno, come dimostrano gli striscioni esposti al Palasport di Via Zoccolari quando la Reyer annaspava ad inizio stagione. Sui legni sarà invece partita vera: difesa sugli esterni e bilanciamento offensivo le due chiavi principali del match, con gli orogranata a vantare il quinto migliore attacco della Serie A.