Caso Sidigas, Avellino senza pace verso il derby: torna il maxi sequestro

Caso Sidigas, Avellino senza pace verso il derby: torna il maxi sequestro

9 ottobre 2019

di Claudio De Vito. Il Tribunale del Riesame ha accolto il ricorso della Procura della Repubblica di Avellino che ha ottenuto il ripristino del sequestro di 97 milioni nei confronti del gruppo Sidigas.

Il provvedimento, che potrà essere impugnato dinanzi alla Corte di Cassazione, arriva dopo che il Gip aveva ridotto il sequestro a 8 milioni. Da valutare ora l’impatto che avrà sulla procedura fallimentare in atto: entro il 6 novembre, i legali di Gianandrea De Cesare dovranno presentare il piano di concordato preventivo che il procedimento penale potrebbe pregiudicare.

Un altro duro colpo per la società dell’Unione Sportiva Avellino attaccata duramente ieri dal San Tommaso per l’utilizzo del Partenio-Lombardi. Nessuna replica da parte del presidente Claudio Mauriello che, stando ai documenti mostrati dal direttore generale dei grifoni Annino Cucciniello, avrebbe chiesto alla squadra del rione la cifra di 1.500 euro al giorno per fruire dell’impianto di Contrada Zoccolari.

Intanto oggi l’Avellino scenderà in campo al Partenio-Lombardi per una doppia seduta di allenamenti in vista della trasferta di Pagani. Alla ripresa di ieri Diego Albadoro ha lanciato segnali incoraggianti in ottica recupero. Sta meglio anche Nermin Karic che potrebbe trovare spazio addirittura dal primo minuto nello scacchiere di Giovanni Ignoffo. Al derby contro la Paganese mancherà ancora lo squalificato Julian Illanes. Il modulo dovrebbe essere ancora il 4-3-3 mascherato da 4-5-1 con gli interpreti ancora da definire.