Sicurezza sul lavoro, ecco i fondi. Memmolo (Inail): opportunità per le imprese irpine

Sicurezza sul lavoro, ecco i fondi. Memmolo (Inail): opportunità per le imprese irpine

15 aprile 2019

Oltre trenta milioni per le imprese campane che investono sulla sicurezza. Per migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro, ridurre il rischio di infortuni ed assicurare condizioni di lavoro adeguate, le imprese di tutte le dimensioni e settori possono accedere ai finanziamenti specifici messi a disposizione dal Bando ISI INAIL 2018.

La misura è stata presentata questa mattina in Confindustria nel corso di un confronto organizzato in collaborazione con Inail, Ordine dei Dottori Commercialisti e Ordine dei Consulenti del Lavoro. “E’ una grande opportunità per le imprese per migliorare le condizioni di lavoro e garantire la massima sicurezza dei propri dipendenti”, precisa Grazia Memmolo, Direttore dell’Inail territoriale.

“Le risorse a disposizione sono rilevanti, lavorare in sicurezza – continua – vuol dire migliorare la qualità dell’intero ciclo di produzione”. Al confronto sono intervenuti anche Andrea Giorgio, Presidente Piccola Industria di Confindustria, Francesco Acampora, Presidente del Comitato Consultivo Provinciale Inail, Francesco Tedesco Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Avellino e  Carlo Cardinale, Presidente dei Consulenti del Lavoro.

Complessivamente il bando mette a disposizione 369.726.206,00 suddivisi in 5 assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari: Asse 1 (Isi Generalista) euro 182.308.344 ripartiti in asse.1.1 (180.308.344 euro) per i progetti di investimento, asse 1.2 (2.000.000 euro) per i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale; Asse 2 (Isi Tematica) euro 45.000.000 per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC); Asse 3 (Isi Amianto) euro 97.417.862,00 per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto; Asse 4 (Isi Micro e Piccole Imprese) euro 10.000.000 per i progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Ateco 2007 A03.1, C13, C14, C15); Asse 5 (Isi Agricoltura) euro 35.000.000 per i progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, così suddivisi: asse 5.1 euro 30.000.000: per la generalità delle imprese agricole, asse 5.2 euro 5.000.000: riservato ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria.