Polizia penitenziaria, domani in piazza per la sicurezza. La Fp Cgil: “Il governo specula sulle nostre divise”

Polizia penitenziaria, domani in piazza per la sicurezza. La Fp Cgil: “Il governo specula sulle nostre divise”

24 luglio 2019

Polizia in piazza domani a Roma per il rinnovo del contratto e il riordino delle carriere. A promuovere il presidio in piazza Montecitorio a partire dalle ore 10 sono Fp Cgil Polizia Penitenziaria e Silp Cgil.

“Stretti nella propaganda permanente, con esponenti di governo che speculano indossando le nostre divise, le vere questioni che investono i corpi di Polizia non vengono affrontate”, rileva il responsabile della Fp Cgil Polizia Penitenziaria, Massimiliano Prestini. Secondo il dirigente sindacale, infatti, “non si parla di risorse vere per la sicurezza, a partire dal rinnovo di un contratto per le lavoratrici e i lavoratori in divisa scaduto da oltre 200 giorni, senza che al momento si veda all’orizzonte né l’avvio di una discussione né lo stanziamento necessario di risorse”.

“Così come sui correttivi al riordino interno delle carriere, il governo non ha investito le risorse adeguate, disattendendo le aspettative e le esigenze dei lavoratori della forze di Polizia. Senza contare che le nuove immissioni nella Polizia previste dai recenti bandi non garantiranno il turnover”.

Su un corpo che conta 37mila addetti, la Polizia Penitenziaria lamenta una carenza di organico di circa 4 mila unità, come viene sottolineato più volte dal sindacato. Per queste ragioni, dietro gli slogan #ContrattoSubito e #RiordinoSìMaNonCosì, i sindacati della Cgil della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria scenderanno in piazza domani a Roma davanti al Parlamento, “per rivendicare risposte concrete per chi veste una divisa e ogni giorno rischia la vita”, conclude Prestini