Si sente male in auto, muore 35enne a pochi metri dall’Ospedale

28 luglio 2014

Si sente male mentre è in auto con un amico, in giro per trascorrere un sabato sera come tanti. Immediata la corsa in ospedale, ma, quando arriva dinanzi al Pronto Soccorso del «Moscati» il suo cuore ha già cessato di battere. Antonio Imbimbo, trentacinquenne, operaio di Rione Parco, ha perso la vita dopo una serata di svago con gli amici. Si è sentito male in auto, la corsa verso l’Ospedale ma pochi metri dal Pronto Soccorso il suo cuore ha smesso di battere. Inutile ogni tentativo, effettuato dai medici dell’ospedale avellinese, per strapparlo alla morte. Quando gli infermieri del Pronto soccorso l’hanno esratto dall’auto dell’amico che li aveva allertati, Antonio già era privo di vita. Solo dopo l’autopsia la salma sarà restituita ai familiari per la celebrazione del rito funebre. Le indagini debbono far luce sulla morte sospetta, che ha colpito improvvisamente il giovane avellinese, molto conosciuto in città. Gli agenti della Questura, presenti all’ospedale civile di Avellino, hanno subito provveduto ad informare i familiari del giovane – il padre e la sorella – che, non appena appresa la notizia dell’inaspettato decesso di Antonio, hanno avvertito un malore ed hanno dovuto far ricorso alle cure dei sanitari del «118».