Si scatena la Raion, medaglie e piazzamenti nello sport Chanbara

23 novembre 2010

È Baronissi che domenica 21 novembre ha ospitato presso il palacus dell’univesità il primo appuntamento agonistico del chanbara. Il chanbara è uno sport che trae origine dalle arti schermistiche del medioevo giapponese, uno sport da combattimento con armi di materiale gommoso soffice o ad aria compressa. Esso non è condizionato dalla necessità di avere un fisico iper-allenato o super muscoloso. Non è necessario essere alti oppure leggeri, qualsiasi persona a prescindere dalle proprie caratteristiche fisiche troverà nello Sport Chanbara le condizioni per divertirsi ed essere competitivo.
La società Raion, oltre che scuola specializzata nel karate, propone anche corsi chandara e domenica scorsa guidata dai maestri ed arbitri Natalino Luciano e Gaita Raffaele, ha partecipato al 1° trofeo provinciale di Salerno con una rappresentativa di 10 atleti.
La gara, divisa in quattro categorie, ha permesso il confronto nel campo di gara di circa 100 atleti provenienti dalla tutta la regione campania in quattro ore di intenso sport.
La Raion, forte dell’allenamento dei mesi scorsi, ha presentato una squadra capace di battersi con orgoglio, senza sfigurare nei confronti di società che praticano questo sport da diversi anni, piazzandosi ai piedi del podio con otto atleti che hanno disputato una gara di prestigio battendo avversari competitivi nelle categorie kodachi (combattimento con una spada di 60 cm), tate kodachi (combattimento con scudo e Kodachi, stile a due mani) e choken free style (combattimento con una spada lunga).
Due atleti, Francesco Cammuso e Pasquale De Feo impegnati nella categoria choken free style hanno surclassato gli avversari e si sono arresi solo al campione conquistando rispettivamente un secondo e un terzo posto in una categoria composta da 30 atleti.
La felicità per le vittorie, traspare dalle dichiarazioni rilasciate al termine della gara dal maestro Natalino e dal maestro Gaita che commentando l’operato dei suoi allievi, hanno rilevato ed evidenziato l’alta preparazione fisica e tecnica mostrata durante la competizione dai propri discepoli .


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.