Si arrende l’uomo barricato in casa: ricoverato al Landolfi di Solofra

Si arrende l’uomo barricato in casa: ricoverato al Landolfi di Solofra

27 ottobre 2018

Torna la calma a Santo Stefano del Sole dopo una mattinata ad alta tensione. L’uomo di 38 anni, barricato in casa da diverse ore, si è infatti consegnato alle forze dell’ordine dopo una lunga azione di convincimento dei Carabinieri che ha visto impegnato in prima linea anche uno psicologo dell’Asl.

I Carabinieri erano andati presso la sua abitazione ritenendo che l’uomo potesse essere l’autore delle scritte sui muri del centro storico del paese. Una serie di scritte fatte con una vernice spray rossa che non hanno risparmiato neanche l’ufficio postale e diverse auto parcheggiate in zona.

Alla vista dei carabinieri, intuendo il motivo della loro presenza, l’uomo si era agitato fino a colpire con un bastone la sorella intervenuta per calmarlo, procurandole lesioni al braccio ed a una gamba. Feriti lievemente anche due militari della Stazione di Salza Irpina. Rientrato nel cortile, dopo aver chiuso il cancello si è rifugiato in casa per diverse ore.

Sul posto, temendo anche atti di autolesionismo, è arrivato anche personale dei Vigili del Fuoco, dell’A.S.L. e il 118 nonché il Reparto API (Aliquota di Primo Intervento) dei Carabinieri di Salerno ed un militare negoziatore del Comando Provinciale di Avellino, specializzato per intervenire in queste situazioni. Proprio quest’ultimo, dopo ore di trattativa, è riuscito a convincere l’uomo ad aprire la porta ed a sottoporsi alle cure presso l’ospedale Landolfi di Solofra.