Settore Legno Industria, stato di agitazione in Irpinia

3 giugno 2013

A seguito dell’interruzione delle trattative per il rinnovo del Contratto Nazionale del Settore “ Legno Industria”, la categoria a livello nazionale è entrata in stato di agitazione. L’attivo unitario tenutosi di recente a Roma ha inoltre proclamato 4 ore di scipero da tenersi nei vari stabilimenti del settore entro il 10 Giugno. Il sindacato unitario della provincia di Avellino ( Filca Cisl, Feneal Uil e Fillea Cgil) confermano, anche in provincia di Avellino, l’agitazione e la mobilitazione dei lavoratori del settore a sostegno del rinnovo contrattuale e, per costringere la “Federlegno” ( Associazione Industriale del Settore Legno) a riprendere rapidamente la trattative, per dare le giuste risposte ai lavoratori, seppur rispondenti al momento di crisi. D’altro canto, non si capisce perché i lavoratori del settore Lapidei e del Cemento hanno rinnovato il loro Contratto Nazionale già da circa due mesi; mentre quelli del Legno, pur essendo un settore molto più rappresentativo nell’Industria delle Costruzioni, non debbano avere le loro specifiche risposte attraverso il rinnovo contrattuale. Le realtà produttive più significative del settore in provincia di Avellino sono rappresentate dalle aziende: Novolegno e Xilopac di Montefredane; Eurosystem e Holzbau di Calitri. Pertanto, le RSU e le RSA di questi stabilimenti proclameranno nei prossimi giorno le quattro ore di sciopero, con assemblee nei luoghi di lavoro, auspicando una rapida ripresa delle trattative ed un buon risultato contrattuale, sia salariale che normativo.