‘Servi della Gleba’, venerdì la presentazione del libro di Gerardo Magliacano

‘Servi della Gleba’, venerdì la presentazione del libro di Gerardo Magliacano

7 novembre 2018

Servi della Gleba‘ è il titolo del libro di Gerardo Magliacano, docente di Storia e Letteratura presso l’Università di Fisciano, che sarà presentato venerdì 9 novembre. L’appuntamento è alle 19.30 presso presso la Chiesa della Congrega di S. Pietro di Montoro. Un contributo importante per lo scritto è stato concretizzato con la prefazione di Ciro Corona e la postfazione di Don Aniello Manganiello. 

Servi della Gleba è un libro pensato e scritto per mettere sotto inchiesta le tre istituzioni (Famiglia, Scuola e Società) cui ci affidiamo per garantirci un futuro e un’auspicabile evoluzione del genere umano, in termini prima di tutto socio-culturali.

Il testo è un continuo stimolo a un costruttivo dialogo intergenerazionale. Teatralità e un linguaggio realistico, conditi da una costante ironia socratica e un cinismo (riferito alla filosofia cinica e stoica dell’età ellenistica) di fondo, rendono la lettura coinvolgente e appassionante.

L’autore ha scelto di pubblicare con (R)Esistenza anticamorra, un’associazione che lotta contro le illegalità, a tutela dei territori minacciati dal crimine organizzato. Un’opera di protesta, nel senso luterano, in quanto tra autore e lettore non ci sarà nessuna mediazione, nessun distributore, tutti saranno lettori dell’opera, a partire dall’autore stesso: in tempi in cui tutto è a portata di click, tutto è acquistabile comodamente dal proprio divano di casa, questo libro non sarà in internet, ma solo in mezzo a libri reali, tra acari, tarli e profumo di carta bagnata d’inchiostro e sudore; non ci si servirà della rete virtuale, ma di una reale, fatta di carne e carta per la distribuzione dell’opera, pertanto il libro sarà reperibile solo entrando in contatto diretto con l’autore, l’editore o con altri lettori, nelle piazze e nei luoghi in cui è ancora legale spacciare cultura.

Un’opera d’impegno civile: il ricavato sarà devoluto e impiegato per sostenere e incentivare canali di una nuova economia che si baserà sullo scambio diretto fra interessati, oltre a finanziare progetti di inclusione sociale e di bonifica dei terreni devastati dalle mafie, tutto per amore della nostra terra felix.