Serie D, la sfida di Musa: “Siamo pronti a costruire una società solida per la città di Avellino”

Serie D, la sfida di Musa: “Siamo pronti a costruire una società solida per la città di Avellino”

19 agosto 2018

“Sono onorato di essere qui. Avellino è una piazza storica del calcio italiano e sono pronto a dare il massimo. Sono certo che costruiremo un grande gruppo di lavoro.

Graziani è  la persona idonea per il nostro progetto tecnico. Saremo una sola anima. A me servirà la sua esperienza ed io spero di essere utile per lui. E’ l’uomo giusto per Avellino”.

Esordisce così il nuovo direttore sportivo della Società Sportiva Dilettantistica Calcio Avellino, Carlo Musa oggi, protagonista insieme al nuovo tecnico biancoverde Archimede Graziani, al direttore sportivo della Sidigas Scandone Avellino, Nicola Alberani ed al Presidente Gianandrea De Cesare alla conferenza stampa indetta a Mercogliano.

“In questa avventura mi approccio con tanta voglia di fare. Conosco la Serie D perché ci lavoro da anni e continuerò ad essere me stesso sperando di fare il bene della piazza. Da parte mia c’è la massima disponibilità e voglia di fare bene”.

Per Musa, il nuovo percorso intrapreso dall’Avellino Calcio è “Organizzare la squadra ed impegnarsi tanto.

Chiedo la pazienza di starci vicino e di aiutarci in questa grande sfida. Dobbiamo cominciare con il piede giusto, proprio come abbiamo fatto oggi.

I PRIMI PASSI

“Stiamo lavorando per strutturare una società solida che possa assicurare alla città di Avellino una solidità ed un futuro. Abbiamo delle regole da rispettare a livello federale.

Dobbiamo trasmettere serietà. Cercheremo di attrarre i giocatori migliori, ora non mi sento di fare nomi ma vi posso assicurare che se saremo chiamati a giocare in Coppa Italia avremo 11 giocatori in campo e 5 cambi a disposizione con tanto di under”.

GLI OBIETTIVI

“Non dobbiamo vivere con l’assillo dell’obiettivo. Cerchiamo innanzitutto di capire in quale girone finiremo e poi cominciamo a lavorare. A parlare sarà il campo, se siamo bravi lo diranno i risultati”.

LA SCELTA DEGLI UNDER

“Lavoriamo ininterrottamente, abbiamo delle idee e cercheremo di portarle avanti. Arriveranno gli under perché sono fondamentali in questa categoria. Siamo al 20 agosto e dobbiamo prendere ragazzi che rispettino le nostre caratteristiche”.

Per quanto riguarda, invece, la scelta del Girone, Musa precisa “Non ho contatti in federazione, la scelta del Girone dipende dalla Lega. Potremmo capitare nel girone I delle campane e calabresi, del girone H dove ci sono le pugliesi o quello laziale che io conosco bene. Aspettiamo le decisioni della Lega”.