Serie B, l’Atripalda Volleyball ha il suo cecchino: è Nicola Salerno il nuovo opposto

Serie B, l’Atripalda Volleyball ha il suo cecchino: è Nicola Salerno il nuovo opposto

12 agosto 2018

La notizia era nell’aria da alcuni oggi ma oggi è arrivata l’ufficialità: l’opposto della prossima stagione in casa Atripalda sarà il lucano Nicola Salerno. Un vero e proprio colpo per Clemente Pesa che è riuscito ad assicurarsi un cecchino infallibile che con la sua esperienza sicuramente darà forza e sostanza in attacco alla formazione di mister Colarusso.

Salerno, classe 1986 e proveniente da Colobraro (MT), ha disputato le ultime due stagioni in Sicilia a Pozzallo. Dopo le giovanili, il neo opposto biancoverde ha iniziato la sua carriera in serie C con il Bernalda all’età di 17 anni. Da lì in poi una serie di esperienze a partire dalla Virtus Potenza, dove resta per ben 4 stagioni, raggiungendo i play off promozione in B2.

Sempre in B2 veste le maglia di Martina Franca, Lauria, Baiano e ancora Lauria con il raggiungimento dei play off e la conquista della final four di Coppa Italia. Per Salerno poi inizia la sua esperienza siciliana dove gioca a Modica dove sfiora l’impresa dei play off, poi una breve parentesi a Castellana Grotte prima di ritornare in sicilia al Terrasini e poi di nuovo al Modica dove è top scorer con una media di 26 punti a partita.

Quest’anno è molto carico di iniziare una nuova stagione qui in campania dove ha già militato nelle fila del Baiano: “Sono statpo molto contento della chiamata del ds e abbiamo subito allacciato la trattativa. Avevo anche altre offerte ma ho scelto Atripalda per la sua storia e anche perchè preferivo restare più vicino a casa”.

Sulle difficoltà del girone e sulla squadra è sincero l’opposto: “Ho sensazioni positive per questa stagione. Dei miei compagni di squadra conosco solo Umberto Picariello, che ho avuto come avversario. Il nostro è un girone bello tosto perchè a parte Potenza le squadre sono forti e sarà dura. Gioco da 15 anni in questa categoria e da quando si è passato alla B unica il livello si è alzato tantissimo soprattutto con le squadre campane e pugliesi”. Un amarcord per Salerno che ricorda gli inizi della carriera: “Ricordo con piacere che ero ancora piccolo e feci l’esordio in panchina contro l’Atripalda di Marolda, un squadra veramente forte”.