Sequestrati 44 mila giocattoli non idonei: commerciante nei guai

Sequestrati 44 mila giocattoli non idonei: commerciante nei guai

14 agosto 2018

La Guardia di Finanza tiene alta l’attenzione sulla sicurezza dei prodotti, sia alimentari che non, in particolare sulle certificazioni necessarie.

Nel corso di un controllo, all’atto dell’accesso presso un negozio di prodotti per la casa gestito da cittadini di nazionalità cinese, i Finanzieri della Compagnia di Avellino hanno rinvenuto all’interno dello stesso vari oggetti e giocattoli per il mare non conformi al “Codice del Consumo” ed alla normativa in materia di giocattoli.

Ben 43.989 prodotti, non idonei per la vendita, sono stati sequestrati ed al titolare del negozio, segnalato alla locale Camera di Commercio, verranno applicate sanzioni fino a 10.000 Euro per la vendita dei giocattoli non a norma e fino a 26.000 circa per gli altri prodotti.

Lungo via Pianodardine, invece,  hanno sanzionato un commerciante ambulante di frutta e verdura il quale poneva in vendita la merce senza la prevista ed obbligatoria licenza per il commercio su aree pubbliche. Al soggetto, oltre all’applicazione della sanzione massima pari a 15.000 Euro, sono stati confiscati i prodotti alimentari, immediatamente donati alla Caritas avellinese.

Le attività poste in essere evidenziano l’attenzione che la Guardia di Finanza, quale Forza di Polizia Economico – Finanziaria a forte vocazione sociale, pone alla tutela dello svolgimento legale di tutte le forme di commercio, sia in forma fissa che itinerante, contrastando quei comportamenti che creano pregiudizio ai commercianti rispettosi delle regole ed ai consumatori di ogni fascia di età.