Senza stipendio da nove mesi: sciopero della fame dei lavoratori Aias

Senza stipendio da nove mesi: sciopero della fame dei lavoratori Aias

17 aprile 2018

Marco Grasso – Nove mesi senza stipendio: scatta lo sciopero della fame dei lavoratori Aias. Lunedì prossimo, 23 aprile, il segretario generale della Fp Cgil Marco D’Acunto, insieme ai lavoratori e alle lavoratrici del centro di riabilitazione di Avellino, inizierà lo sciopero della fame con presidio permanente sotto la sede dell’Asl di Avellino. Si riaccende la vertenza Aias.

Dopo la chiusura della sede di Avellino, i circa 60 lavoratori Aias sono infatti ancora in attesa di conoscere il loro destino professionale. Dopo la presentazione delle domande degli altri centri della provincia (sarebbero cinque le domande accolte) disposti ad ospitare i pazienti rimasti senza riferimenti, si attendono ancora indicazioni dalla Prefettura chiamata a riorganizzare il servizio di assistenza sul territorio.

Al momento però, nonostante la pressione del sindacato, si continua ad andare avanti nell’incertezza. Non è stata neanche fatta definitivamente chiarezza sulle reali possibilità di riapertura del centro di Avellino, dove dovrebbero essere stati completati i lavori per ovviare ai problemi e alle carenze evidenziati nel corso dei controlli che ne hanno decretato la chiusura. Uno stato di totale incertezza che ha spinto sindacato e lavoratori alla clamorosa protesta.


Commenti

  1. […] “Non è più possibile andare avanti. I lavoratori delle strutture Aias di Avellino, Calitri e Nusco vivono una situazione di gravissimo disagio che sta mettendo a repentaglio anche la sopravvivenza quotidiana”. Il segretario della Funzione Pubblica Cgil Marco D’Acunto spiega così le ragioni alla base de… […]