Sentieri Mediterranei non si ferma. Dopo il successo di Summonte, tappa a Pietrastornina

Sentieri Mediterranei non si ferma. Dopo il successo di Summonte, tappa a Pietrastornina

10 settembre 2018

Funziona ancora una volta il binomio tradizione ed innovazione leit-motiv della rassegna Sentieri Mediterranei. Grande soddisfazione dell’ideatore l’on. Pasquale Giuditta e del curatore scientifico Fabrizia Barbarisi.

La forza dell’evento proseguirà con nuove tappe, con i comuni partners, in Irpinia alla scoperta del fascino del territorio. Il 15 settembre sarà la volta di Pietrastornina.

L’evento è co-finanziato dal Poc Campania 2014\2020 Regione Campania. Linea Strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura.

Migliaia di persone nei tre giorni della kermesse di musica etnica e non solo hanno affollato uno dei borghi più belli d’Italia. In un’atmosfera medievale antichi mestieri e antichi sapori si sono fusi e hanno creato un’accoglienza senza precedenti ai numerosi turisti, ma anche cittadini che hanno affollato le stradine di Summonte.

“Sinergia istituzionale, spirito di squadra entusiasmo e amore – afferma l’on. Pasquale Giuditta –  per il territorio restano gli ingredienti fondamentali per una rassegna che vuole essere un contributo alla valorizzazione e alla crescita economica e culturale territorio”.

Boom di presenze agli stand gastronomici e tanti i curiosi che hanno apprezzato l’allestimento del borgo, che è stato esteso anche nei vicoletti. Singolare la maglietta indossata dallo staff, in primis dai sindaci presenti e dal primo cittadino Giuditta che ricorda la presenza di Summonte tra i borghi più belli d’Italia. 

La chiusura dell’evento è stata realizzata dal concerto attesissimo dei Modena City Ramblers.

Summonte al centro di un progetto che da anni mette insieme le culture del Mediterraneo e raggiunge numeri di presenze importanti. Un auspicio anche per la prossima Edizione di Sentieri Mediterranei. Un progetto vincente e che deve essere riferimento anche per altri comuni dell’Irpinia e del Centro-Sud.