Senerchia – Circolo Pd T. Mattei: “Attenzione ai fondi su edilizia”

24 luglio 2014

Questo il comunicato del Circolo Pd Teresa Mattei di Senerchia sui fondi dell’edilizia scolastica:
“Il governo Renzi ha stanziato 1.094.000.000.di euro per un piano di edilizia scolastica che prevede 20.845 interventi in tutta la nazione. Naturalmente anche l’Irpinia rientra in questo piano, alla nostra provincia sono stati assegnati 13.430 milioni di euro. Questa prima tornata di stanziamenti ha coinvolto anche Senerchia, al nostro comune spetta una somma pari a 22.676,31 euro divisa in tre tranche. ! Il Circolo PD Teresa Mattei ha portato avanti, in questi mesi, una battaglia seria e caparbia, per far aprire il nuovo plesso scolastico di Senerchia, così da garantire l’incolumità di alunni ed insegnanti e per dare la possibilità al nostro comune di diventare il centro scolastico della zona. Il nuovo plesso scolastico di Senerchia è, infatti, un’opera all’avanguardia, costruita dopo la tragedia del crollo della scuola di San Giuliano di Puglia a causa del terremoto che sconvolse il Molise e la Puglia nell’ottobre del 2002. La scuola inaugurata nel maggio 2011 sarebbe pronta per essere messa in funzione e per far tornare ad essere il nostro un comune il cardine culturale dell’Alta Irpinia.! Purtroppo l’Amministrazione Comunale di Senerchia è rimasta sorda alle nostre proposte, speriamo quindi che i fondi stanziati questa volta vengano utilizzati per rendere operativa la nuova struttura che è indispensabile per lo sviluppo del nostro paese. Siamo preoccupati che invece, come accaduto negli anni passati, gli stanziamenti per l’edilizia scolastica vengano spesi per una mera tinteggiatura del vecchio palazzo scolastico che non ha le caratteristiche per garantire il diritto allo studio e alla sicurezza dei nostri piccoli concittadini. Imbiancare le pareti non le renderà antisismiche, ripulire le aule non le riempirà di alunni, pulire una struttura non adatta non la renderà un palazzo scolastico.! Resteremo vigili, come circolo PD, come attore politico che mette al primo posto sempre gli interessi generali della collettività, su ogni euro speso, per evitare che questa ennesima opportunità per il nostro comune si trasformi in un’operazione clientelare. ! Manterremmo alta la pressione e l’attenzione per impedire che la spinta innovatrice che arriva da Roma venga tradotta dagli amministratori territoriali in un nulla di fatto”.