Segreteria Pd: “Sono 14 i componenti direzione che contestano”

26 luglio 2014

I numeri non tornano nel Pd. Chi avrà ragione? La segreteria provinciale contesta il documento dei dissidenti. “Rispettiamo la nota trasmessa dai 14(quattordici) componenti la direzione provinciale, cioè da una parte delle minoranze interne, riguardo il tema delle cosiddette “larghe intese”. Intendiamo cogliere questa circostanza per ribadire che in nessuna occasione la segreteria provinciale del partito ha adottato in solitudine una linea politica in merito alle cosiddette “larghe intese”. In tutte le occasione invece abbiamo affermato e, dunque, riteniamo di doverlo ribadire, che il PD irpino in maniera convinta e determinata sostiene lo sforzo dei sindaci e degli amministratori nella ricerca delle soluzioni più ampie e condivise all’interno degli enti sovra comunali e di servizio. Si tratta di uno sforzo che va incoraggiato perché si pone l’obiettivo di dare stabilità agli assetti istituzionali e possibilità di servizi ai cittadini. Quanto agli atteggiamenti arroganti, la segreteria provinciale del Pd conferma la volontà e la disponibilità alla manifestazione di ogni espressione di dissenso politico interno. Tuttavia il ricorso alle offese, agli insulti e alle calunnie di queste ultime settimane da parte di taluni soggetti non può oggettivamente considerarsi come una richiesta di confronto e di dialogo”.