Secondo colpo per l’MCS Ariano: arriva Marta Vargiu

16 luglio 2014

La Mcs Ariano Irpino è lieta di comunicare di aver raggiunto l’accordo con Marta Vargiu per la prossima stagione sportiva. La cestista arriva dalla Virtus Cagliari con cui ha disputato gli ultimi due campionati di serie A2. Velocità e visione di gioco queste le sue principali qualità. Nata a Cagliari il 1 aprile 1988, la play-guardia cagliaritana ha iniziato a giocare a basket sin dall’età di sei anni. A nove anni l’approdo alla Virtus Cagliari dove percorre tutta la trafila delle giovanili. Nel 2004, con la squadra della propria scuola, vince il campionato italiano studentesco, partecipando ai mondiali l’anno successivo a Wroclaw in Polonia. A 19 anni la prima esperienza lontano dalla Sardegna a Sulmona, poi Rende, Brindisi e Campobasso. In Molise dal 2010 al 2012 vive due ottime stagioni. Le sue cifre migliori sono relative al primo campionato: 13,5 punti di media conditi da oltre tre assist a partita. Nella seconda stagione ha poi avuto modo di affrontare l’Lpa Ariano Irpino in una gara di Coppa Italia. Match che vide il successo delle irpine allora guidate da coach Cozzolino e che chiusero la stagione con la storica promozione in A2. Nell’ultima esperienza a Cagliari ha condiviso il backcourt con Sara Innocenti chiudendo con 5,1 punti in poco più di 21 minuti d’impiego. Cifre in linea con quelle della stagione precedente. Sul Tricolle ritroverà Alejandra Chesta con cui ha condiviso l’esperienza a Rende nel campionato di serie A2 2008/09.

PAROLA DI MARTA – “Ho accettato la proposta del presidente Cirillo con molto entusiasmo. Dopo averla incontrata in coppa Italia, ne ho seguito i successi. Questa canotta è stata indossata da alcune giocatrici di spessore che ho sempre ammirato. Alcune di loro sono state un mio punto di riferimento. Ciò ha rafforzato in me l’idea di una società sana, seria e molto professionale. Porterò entusiasmo e massimo impegno con l’obiettivo di far bene, migliorare e divertirci con la squadra. Credo che questo possa essere il segreto per regalare soddisfazioni alla dirigenza e al pubblico che ci seguirà”.