Scuole, D’Agostino: “Controlli non solo nelle zone colpite dal terremoto del 2016”

Scuole, D’Agostino: “Controlli non solo nelle zone colpite dal terremoto del 2016”

9 marzo 2017

Il deputato di Scelta Civica, Angelo D’Agostino, è cofirmatario di un emendamento al DL “terremoto” che, se approvato, impone la predisposizione e la approvazione di un piano di rilevazioni di agibilità sismica di tutti gli edifici scolastici dei territori interessati dalle scosse di terremoto che si sono verificate dal 24 agosto 2016. Obiettivo del provvedimento è quello di assicurare la riparazione e l’adeguamento sismico degli edifici scolastici che hanno avuto un esito di agibilità compreso tra “B” ed “E”, vale a dire che hanno riportato danni minori o lievi, e consentire la piena fruibilità degli edifici per l’anno scolastico in corso e quello 2017-2018.

“Pur trattandosi di un provvedimento che riguarda nello specifico le zone recentemente colpite dal sisma, – spiega D’Agostino – ho condiviso l’iniziativa del collega Matarrese per ribadire al Governo la richiesta di effettuare uno screening accurato su tutte le scuole ricadenti nei territori ad alto rischio sismico. Ciò che chiediamo per i paesi colpiti dal sisma del 2016, e cioè un piano di rilevazioni di agibilità sismica su tutti gli edifici scolastici, andrebbe esteso a tutte le zone ad alto rischio. Un’operazione necessaria per fronteggiare il clima di paura che ormai si insinua nelle famiglie che hanno non pochi timori quando mandano i propri figli a scuola.”

“Intanto – conclude D’Agostino – auspichiamo che l’Esecutivo garantisca che le risorse che saranno stanziate per il sisma del 2016 non saranno destinate solo alla riparazione degli edifici scolastici gravemente danneggiati, ma anche a quelli che hanno avuto danni più lievi e necessitano di essere adeguati ai criteri antisismici”.