Scuole chiuse, la CGIL contesta le ordinanze: “Personale ATA danneggiato”

Scuole chiuse, la CGIL contesta le ordinanze: “Personale ATA danneggiato”

26 febbraio 2018

Data l’allerta meteo e le ordinanze di chiusura delle scuole per i giorni 26 e 27 emanate dai sindaci di Avellino ed Ariano la CGIL e la Flc Cgil di Avellino stanno monitorando lo stato delle ordinanze dei restanti comuni.

“Abbiamo chiesto a rsu, terminali associativi e personale della scuola di segnalare lo stato delle ordinanze sindacali con particolare attenzione ai comuni dell’Alta Irpinia”, si legge in una nota.

“Nel corso degli ultimi due anni – prosegue il sindacato – ad ogni ‘emergenza neve’ abbiamo sollecitato la Prefettura perché vigilasse su quelle ordinanza sindacali che invece di chiudere le scuole sospendevano semplicemente le attività didattiche determinando una incomprensibile sperequazione tra il personale della scuola.

Il monitoraggio richiesto, alla luce di quanto verificatosi negli scorsi anni, ci aiuterebbe a prevenire, mediante la richiesta di intervento tempestivo da parte del Prefetto, il disagio che si ricrea ad ogni emergenza neve: non è superfluo ricordare, infatti, che nel caso di mera ‘sospensione delle attività didattiche’ da parte dei sindaci il personale Ata dovrebbe essere in servizio.

Ci sembra necessario evitare questa inutile ed insopportabile ingiustizia”.