Scrutatori, Arace: “No a nomina diretta”. Pizza replica: “Chiederò ai miei di rinunciare”

Scrutatori, Arace: “No a nomina diretta”. Pizza replica: “Chiederò ai miei di rinunciare”

19 maggio 2018

La sinistra torna a tuonare contro la nomina degli scrutatori per le prossime elezioni. Nel corso di una conferenza stampa, convocata in mattinata, Nadia Arace, candidata sindaco per la lista di sinistra, denuncia quanto sta per accadere a Palazzo di Città. Lunedì, infatti, ci sarà la nomina degli scrutatori, in un clima ambiguo: “Stiamo per assistere a un vero e proprio mercato delle vacche – denuncia. Non è tollerabile che ci sia la nomina diretta da parte di una commissione elettorale che vede presenti candidati sia di destra che di sinistra”.

Tra i componenti, infatti, figurano Monica Spiezia (candidata nella lista della Lega a sostegno di Sabino Morano) e due candidati a sostegno di Nello Pizza: Giuseppe Negrone (lista Davvero) e Nicola Poppa (Avellino libera è progressista).

Ogni componente può nominare direttamente 70 scrutatori, cosa che fa gridare la Arace al voto di scambio: “Si annulli la nomina diretta, per passare al sorteggio integrale” e chiama direttamente Nello Pizza. “Dica ai suoi candidati di rinunciare alla loro quota”.

La risposta di Pizza non si è fatta attendere, anzi è arrivata quasi in contemporanea all’attacco di Arace. Durante una conferenza stampa che lo ha visto protagonista, Pizza ha subito provato a stoppare le polemiche: “Chiederò ai candidati presenti nella mia coalizione di rinunciare alla loro quota parte. Anche io sono favorevole al sorteggio“.