Sciscio: “Al commissario suggerisco massima attenzione sul Mercatone”

Sciscio: “Al commissario suggerisco massima attenzione sul Mercatone”

28 novembre 2018

Marco Imbimbo – La procedura per il Tunnel è incardinata, per Piazza Castello si attendono risposte dalla Procura, mentre sul Mercatone bisognerà vigilare. Rita Sciscio, ex assessore ai “Lavori pubblici”, ha illustrato al vice commissario, Silvana D’Agostino, quanto fatto dal suo assessorato. Un incontro, quello di stamattina, a cui ne seguiranno altri. «Noi assessori desideriamo fare un passaggio di consegne, così rendiamo edotti loro su tutte le operazioni che sono state fatte e quelle in itinere», spiega Sciscio.

Il Tunnel non rappresenta un problema perché ormai il tutto «sta in mano al Provveditore alle opere pubbliche, mi sono già incontrata a Napoli, quindi ci siamo chiariti. La procedura è incardinata», spiega Sciscio.

Quella invece da tenere sotto osservazione è la procedura legata al Mercatone e al project financing pensato dalla precedente amministrazione, quella guidata da Paolo Foti, che, oltre ad approvare l’idea in Giunta, diede vita al bando per l’affidamento dei lavori. Un intervento di restyling da 9 milioni di euro, tutto a carico della ditta vincitrice della gara. L’amministrazione Ciampi, che al suo insediamento ha ereditato l’opera già appaltata, non è riuscita far partire i lavori prima del suo addio a Palazzo di Città.

«E’ un altro aspetto che porteremo all’attenzione del commissario e del segretario generale, manca ancora il progetto esecutivo – spiega l’ex assessore. Ma a me quello che interessa è portare a conoscere il tutto, sin dalla nascita del project financing. Ci terrei che lo considerassero sia il commissario che il segretario attuale. Bisogna agire dove serve, le validazioni vanno fatte per bene in modo tale da garantire all’amministrazione che non ci siano varianti in corso d’opera. Insomma l’intero intervento va attenzionato per bene».

Altra questione sottoposta all’attenzione del vice commissario è la vicenda che riguarda Piazza Castello. «Speriamo che dalla Procura diano al più presto una risposta, in modo da poter andare avanti con l’intervento».