Champions, qualificazione rimandata per la Sidigas: Murcia espugna Avellino

Champions, qualificazione rimandata per la Sidigas: Murcia espugna Avellino

16 gennaio 2019

Renato Spiniello – Qualificazione agli ottavi di Basketball Champions League solo rimandata per la Sidigas Avellino, che cade al PalaDelMauro contro gli spagnoli di Murcia (già qualificati) per 63 a 57. Sconfitta che interrompe la striscia positiva di sette successi di fila tra campionato e coppa dei biancoverdi. Ai lupi non bastano i 15 punti di Sykes e la doppia cifra raggiunta da Filloy e Young, con quest’ultimo che aggiunge anche 11 palloni catturati. Coach Juarez deve ringraziare soprattutto Doyle (15 punti), Rojas (12) e Rudez (10).

Assente tra le fila biancoverdi per riposo precauzionale Caleb Green, che ha accusato un fastidio muscolare nello scorso match di Legabasket Serie A. Le buone notizie arrivano sul fronte Costello, il lungo americano tornerà in Italia nella mattinata di domani: il giocatore si recherà a Villa Stuart per ulteriori accertamenti e inizierà il processo riabilitativo che ne consentirà il graduale reintegro in squadra.

Primo quarto 16-21 Doyle e Sykes aprono il match, seguono le triple di D’Ercole, Filloy e Kloof e i parziali schizzano immediatamente in avanti (10-11). Young corregge lo svantaggio biancoverde, ma Rojas dall’altro lato del campo è mortifero. Vucinic comincia le rotazioni puntando su Spizzichini, Campani e Campogrande, ma ottiene in cambio un’altra tripla da Murcia, questa volta a firma di Radoncic (12-16). Nichols prova a suonare la carica ai suoi, ma arriva ancora una bomba di Rojas. A chiudere il quarto ci pensano Campani e Booker. Sidigas sotto di 5 alla prima sirena.

Secondo quarto 16-11 Sykes apre la seconda frazione, Campani lo imita e la Scandone torna a -1. Vucinic decide di affidarsi al minuto di sospensione. In uscita arriva il sorpasso biancoverde targato Sykes. Murcia non ci sta e torna a punti con Doyle. Anche Campogrande si iscrive a referto, gli spagnoli però hanno un Booker in più e restano avanti. Secondo timeout Avellino. Alla ripresa delle ostilità tocca a D’Ercole impattare bruciando la retina dalla lunga distanza.  Il sorpasso arriva grazie al libero di Sykes. Prima della pausa lunga c’è però tempo per il pareggio iberico targato Rojas (32-32).

Terzo quarto 8-18 Rudez e Spizzichini inaugurano la seconda frazione. Doyle prova a mettere la freccia ma trova Sykes a sbarrargli la strada (38-40). Rudez infila un gran canestro da oltre l’arco e costringe Vucinic a chiamare i suoi a sé. In uscita l’Ucam allunga ulteriormente fino al +10 (massimo vantaggio). Campani restringe la forbice dai 5.75, ma c’è Mitrovic a ristabilire le distanze (40-50).

Ultimo quarto 17-13 Sykes fa 2/2 dalla carità, Mitrovic ha però pronta la replica. Tocca a Filloy e Campogrande guidare la rimonta. Juarez deve affidarsi al timeout. Si riprende con i 2 di Mitrovic e i 4 di Young: Avellino vola a -1. Murcia però trova un’insperata tripla e allunga a +4 a meno di 2′ dal gong. Nel finale pesa come un macigno il libero di Rojas. Finisce 57-63 al PalaDelMauro.