Gara 1 indigesta alla Sidigas, Trento comincia bene la serie

Gara 1 indigesta alla Sidigas, Trento comincia bene la serie

13 maggio 2018

Renato Spiniello – La Sidigas Avellino riprende la marcia dove aveva concluso la regular season: al PalaDelMauro contro la Dolomiti Energia Trentino. Sul parquet tuttavia ci saranno anche i nuovi inesti, il play Alex Refroe e il lungo Patrik Auda. A fare spazio agli ultimi arrivati Bruno Fitipaldo e Shane Lawal.

Primo quarto 17-18 Wells e Sutton aprono i giochi in un Del Mauro infuocato. I due sono indiavolati e mettono a segno 6 punti a testa nella prima metà frazione. Silins e Rich si mettono in proprio da 3 e il match resta pari (9-9). L’Mvp della regular season concede anche il bis, ma i trentini non mollano la presa. Sacripanti si gioca le carte Refroe e Auda e i nuovi arrivati ripagano subito la fiducia del coach. Gli ultimi punti però sono griffati da Flaccarodi che fa chiudere avanti la Dolomiti.

Secondo quarto 21-17 Meglio gli ospiti in avvio frazione, la Sidigas risponde con i primi punti di Refroe e la tripla di D’Ercole, impattando nuovamente. Timeout Buscaglia. In uscita a segno Hogue e Scrubb, prima della bimane di Sutton (27-27). Sul finire di periodo sale in cattedra Flaccadori, ma la tripla di Filloy riporta avanti i lupi. Si chiude con la bomba di Zerini. Scandone a +3 sugli avversari.

Terzo quarto 20-13 Fesenko apre il secondo tempo, ma Sutton è scatenato e sigla il suo 16° punto della gara. I biancoverdi, però, conservano il vantaggio grazie ad Auda, che dimostra sintonia con capitan Leunen (48-41). Gli ospiti si rifugiano nel minuto di sospensione, ma alla ripresa è ancora il ceco a dettare legge (54-45). Bene anche l’altro nuovo arrivato Refroe. Sidigas a +10 all’ultima sirena.

Ultimo quarto 19-31 Flaccadori e Frake accorciano le distanze, Avellino risponde in maniera perentoria con Wells (64-60). La schiacciata di Hogue però complica la vita ai biancoverdi, avanti di appena un possesso a 3′ dal gong. Gomes mette la tripla del sorpasso, a Sacripanti non resta che chiamare timeout. In uscita tripla di Filloy, ma il fallo + antisportivo comminato rispettivamente a Rich e Wells spiana la strada ai bianconeri, che con Gomes e Flaccadori monetizzano in lunetta. Rich e Auda provano a rispondere ristabilendo il -1, ma l’ultimo attacco avellinese si spegne sul primo ferro. Finisce 77-79 in favore degli ospiti, tra due giorni Gara 2 sempre a Contrada Zoccolari.