A Murcia partita e testa del girone: la Sidigas non passa in Spagna

A Murcia partita e testa del girone: la Sidigas non passa in Spagna

30 ottobre 2018

Renato Spiniello – L’Ucam Murcia si prende partita e testa del girone A di Basketball Champions League. Al Palacio de Portes non bastano le triple di Filloy (5 su 7 tentativi) e gli 11 punti e 6 rimbalzi di Nichols. La prestazione negativa di Cole (appena 2/12 dal campo) rende tutto più complicato per la Sidigas Avellino che deve arrendersi contro le bocche da fuoco degli spagnoli, che chiudono con ben 5 giocatori in doppia cifra.

Primo quarto 28-14 Si apre con lo scatenato Delia, Avellino risponde con Nichols (4-2). Costello e Green provano a suonare la sveglia, ma a seguire imbeccano un altro sanguinoso parziale iberico. Vucinic allora prova a correggere qualcosa invocando il minuto di sospensione, ma incassa in uscita di timeout le percentuali perfette dal campo dei locali. La Sidigas continua a non trovare i varchi giusti, il fallo di Cole poi regala 3 liberi a Booker che il californiano sfrutta al massimo. Si chiude con i lupi sotto di 14.

Secondo quarto 8-19 6 punti di fila per gli ospiti. Stavolta tocca a coach Juarez fermare i giochi. Le ostilità si riaprono con la schiacciata di N’Diaye e con il tiro dalla media sempre del senegalese. Murcia non ci sta e con Rudez e Delia ristabilisce le distanze. Deve alzarsi da 3 Filloy per ricucire sul -5 (32-27). L’italoargentino si ripete anche in lunetta, Nichols restringe ulteriormente la forbice, ma Kloof riscrive il +5 sul tabellone luminoso. Girandola di timeout nel finale di tempo. Si va a riposo con Avellino sotto appena di 3 lunghezze (36-33).

Terzo quarto 19-24 La Sidigas va di triple con Costello e Filloy, Murcia risponde con Doyle e Soko (40-39). Il sorpasso lo sigla Cole dalla lunghissima distanza. Green allunga ancora le distanze ed è timeout per gli spagnoli. In uscita scalda la mano da oltre l’arco anche Filloy, ma i canestri di Booker valgono il ritrovato pareggio (51-51). Cate ci mette del suo, a chiudere la terza frazione è però la quarta tripla della gara di Filloy.

Ultimo quarto 17-12 Booker e Sykes e le distanze rimangono inalterate. Urtasun allora ci prova da 3, mentre Avellino incassa con Spizzichini dopo l’antisportivo comminato a Doyle. A impattare nuovamente ci pensa Nichols e la gara resta sul filo di lana. A 120″ dalla sirena è l’Ucam a mettere il naso avanti ed è la zampata decisiva. 72-69, la Sidigas non passa in Spagna.