Sidigas, i playoff si allontanano. Il derby del Sud se lo aggiudica l’Happy Casa Brindisi

Sidigas, i playoff si allontanano. Il derby del Sud se lo aggiudica l’Happy Casa Brindisi

5 maggio 2019

Renato Spiniello – Si complica notevolmente la corsa Playoff della Sidigas Avellino alla penultima giornata di Regular Season. I lupi perdono il derby del Sud contro l’Happy Casa Brindisi per 83-87, contestualmente le vittorie di Varese (98-70 su Pistoia) e Cantù (86-76 su Torino) spazzano fuori dalla griglia verde i lupi irpini, a cui potrebbe non bastare l’eventuale vittoria all’ultima giornata in casa di Pistoia.

Primo quarto 17-19 Si parte con qualche problema tecnico del tavolo, una volta sistemato tocca a Silins infiammare la gara. E’ Brown a impattare sul parziale, ma Nichols e Harper riportano avanti i lupi (6-2). Brown dà il la al suo show personale, con Avellino chiamata a rispondere due volte con Sykes. Gaffney e Chappell si mettono in proprio da 3, costringendo coach Maffezzoli al primo timeout del match. In uscita la guardia di Cincinnati riprende a martellare la retina. I locali provano a darsi la scossa con Campogrande, Filloy e Young. Si chiude con un parziale avellinese di 7-0.

Secondo quarto 14-20 Moraschini inaugura la seconda frazione con una tripla a bersaglio. Young prova ad alzare il muro sull’attacco brindisino, ma l’Happy Casa monetizza nuovamente con Zanelli e ancora Moraschini (17-26). Tocca a Sykes, in lunetta, arrestare l’emorragia irpina in questo secondo quarto, con Gaffney che replica con la sua terza personale tripla della gara. A bomba risponde bomba, questa volta griffata da Silins. Brindisi però mantiene le distanze con l’ex Avellino Banks e Zanelli. Al rientro negli spogliatoi è 31-39.

Terzo quarto 27-26 Silins e Nichols accorciano le distanze, mentre Brindisi risponde con Banks dalla carità (3/3). Sempre a cronometro fermo arriva anche l’1/2 di Brown, con Sykes chiamato a ricucire il gap con una tripla fondamentale per i lupi (44-49). Timeout Vitucci. In uscita tocca a Silins timbrare il pareggio a quota 49. Ancora dalla carità arriva la controreplica brindisina. Avellino si aggrappa a Udanoh, ma Banks e Brown sono una furia in questa fase. Tocca a Nichols, da oltre l’arco, ridare ossigeno alla Scandone. All’ultima frazione sono 7 i punti da rimontare.

Ultimo quarto 25-22 Nichols e Chappell aprono l’ultima frazione, ma Banks è un fattore per l’Happy Casa. Dall’altro lato sono Silins, Harper e Filloy a tenere in vita la Sidigas (72-74). Udanoh e Harper riescono perfino a ribaltarla a 4′ dalla sirena. Vitucci deve affidarsi alla sospensione. In uscita arriva il pareggio targato Banks, con Chappell e Moraschini che trovano anche il +4 (78-84). Filloy la riapre ancora una volta completando il gioco da 3 punti, ma poi deve uscire dal match per somma di falli. Nei secondi finali è decisiva la stoppata di Gaffney dopo un errore in palleggio di Banks. Nella girandola dei liberi Brindisi riesce a difendere il vantaggio e i lupi non possono che issare bandiera bianca. Finisce 83-87.