Sarno: “Nessun problema per il Natale. Luminarie? Non potevamo partire prima”

Sarno: “Nessun problema per il Natale. Luminarie? Non potevamo partire prima”

28 novembre 2018

Marco Imbimbo – «Sul Natale non ci saranno ritardi». Maura Sarno, ex assessore al “Commercio” ed “Eventi”, tranquillizza la città di Avellino. In mattinata si è confrontata con il vice commissario, Silvana D’Agostino, per illustrare le pratiche lasciate in sospeso, dai regolamenti alle variazioni di bilancio per gli eventi natalizi.

«Sul Natale non ci sono problemi – spiega Sarno – le due variazioni sui Poc verranno approvate sicuramente e penso  stretto giro, anche perché si tratta di variazioni in aumento, inoltre si rischia di perdere questi soldi se non vengo spesi entro il 31 dicembre. Il programma è quello, non penso ci saranno modifiche».

Intanto stanno sorgendo dei dubbi sul bando pubblicato dal Comune per l’affidamento degli allestimenti natalizi, con il timore che non si faccia in tempo, ma Sarno sottolinea «il Natale si farà sicuramente, è un bando complesso perchè bello e tutte le cose belle sono complesse. Certamente stiamo aspettando qualcuno che aderisca al bando, ma non è cucito addosso a nessuna ditta, come ho sentito invece dire, anche perchè stiamo ancora aspettando le offerte. Mi sembra tutto abbastanza pretestuoso. Se fai qualcosa ti accusano, se non la fai ti accusano lo stesso».

L’ex assessore, inoltre, prova a mettere un freno a quelle polemiche sul mancata installazione delle luminarie in città già dal mese di novembre. «Se le avessimo prese in fitto a inizio mese, il Natale ci sarebbe costato il doppio. E quindi anziché 119 mila euro a disposizione, perché il resto è Iva, ci sarebbero voluti 240 mila euro».

Oltre all’argomento Natale, la Sarno ha portato all’attenzione del vice commissario anche i regolamenti su cui stava lavorando, a cominciare da quello per i taxi in città. «Nei prossimi giorni consegnerò il documento. Il lavoro ormai è fatto e non prevede impegni di spesa – spiega. E’ una cosa molto importante da realizzare perché si possono creare 21 nuovi posti di lavoro. Senza l’approvazione del regolamento non si possono fare i bandi per dare le licenze. Insisterò affinché possano sostituirsi ai poteri del Consiglio e approvare il regolamento».

Nei prossimi giorni, inoltre, l’ex assessore consegnerà anche il regolamento stilato per la commissione pubblico spettacolo. «E’ una cosa che mancava ad Avellino – sottolinea Sarno. Si tratta di un regolamento di 48 pagine, elaborato insieme ai 12 ingegneri membri della commissione. Anche in questo caso non c’è impegno di spesa e va solo approvato».