Santoro, tappa a Picarelli: “In passato solo false promesse”. E sull’ex Isochimica: “Servono controlli seri”

Santoro, tappa a Picarelli: “In passato solo false promesse”. E sull’ex Isochimica: “Servono controlli seri”

21 maggio 2019

Tappa a Picarelli per il candidato sindaco Amalio Santoro, impegnato in un’attività di informazione e volantinaggio con Costantino D’Argenio e un gruppo di candidati e sostenitori della lista “Si Può”.

“La sostituzione edilizia al palo, la carente manutenzione del verde pubblico, la fatiscenza degli edifici di edilizia pubblica: queste sono solo alcune delle questioni sollevate dai cittadini, con rabbia e rassegnazione”.

“Da parte nostra nessuna falsa promessa, se non l’impegno a seguire le vicende amministrative con solerzia e trasparenza, a operare per il potenziamento del trasporto pubblico e allo sviluppo di sinergie tra scuola, comune e associazioni territoriali per rianimare il borgo storico. In un tessuto sfibrato da anni di abbandono e promesse non mantenute, la sfiducia verso la politica tutta può essere superata solo con la serietà e la trasparenza dei comportamenti”.

Nel corso di un successivo incontro con i candidati a consigliere per la lista Si Può Centro–Sinistra, Francesco Nicchia, Agostino De Rosa e Massimo De Vinco, Santo si è soffermato anche sulle emergenze sanità ed ex Isochimica.

“Quando parliamo di nuovo protagonismo non pensiamo ad un ritorno dell’invadenza della politica nella sanità, ma siamo invece proiettai a provare a rimettere in movimento una realtà che, anche sul fronte della sanità, ha segnato pesantemente il passo. C’è un grande lavoro da fare, ma siamo pronti e fiduciosi”.

Sull’ex Isochimica Santoro va giù duro contro chi continua a fare facili promesse. “Noi ci impegniamo a garantire un controllo sanitario rigoroso e continuativo, credo sia fondamentale. In questi anni si è lasciato tutto allo spontaneismo. Noi vogliamo iniziare a fare un tratto di strada, a ridare normalità ad un’area penalizzata per troppo tempo”.