Santoli: “Piccoli imprenditori patrimonio da proteggere”

29 agosto 2014

Federica Guidi ha lanciato nei giorni scorsi un appello a tutti gli imprenditori a non licenziare. Non si è fatta attendere la risposta di ConfImprenditori  che tramite il vice presidente Nazionale Gerardo Santoli a risposto al Ministro Guidi invitandola a dare il buon esempio. Di seguito il testo della missiva inviata al Ministero di via Molise.    “L’appello  da Lei fatto  a noi imprenditori, a  non licenziare e a ricordarci della responsabilità sociale che ognuno di noi ha, lo facciamo nostro. Nessun imprenditore è contento di licenziare, il licenziamento anche di un singolo collaboratore è sempre un fallimento. Ma anche lei signor ministro è un’imprenditrice è conosce bene quali sono le difficoltà oggi di chi fa impresa , anche leì è stata costretta in passato a licenziare. I piccoli imprenditori sono un patrimonio dell’economia italiana, ma io dico di più la loro funzione va spesso oltre  e in alcuni casi svolgono anche un ruolo sociale spesso sostituendosi ai vuoti lasciati dallo Stato e dalle sue Istituzioni. Immagini solo all’importanza che ha un’attività come  un  bar  in un piccolo paese della Alta  Irpinia terra da cui provengo, non si tratta solo di un’attività imprenditoriale ma svolge anche una funzione aggregativa e tiene vive le piccole comunità. Ecco perché i piccoli imprenditori sono un patrimonio da proteggere uno per uno.  Siamo però pronti ad accettare la sfida, facciamolo tutti insieme partendo  per esempio dalla vertenza Breda Menarini Bus di Bologna che coinvolge direttamente anche la Iris Bus di Avellino. La Breda Menarini è di proprietà di Finmeccanica  società partecipata dal Ministero dell’Economia. Ci sono in palio migliaia di posti di lavoro e un intero settore quello dell’autotrasporto pubblico che rischia di sparire. Dimostri il Ministero di avere responsabilità sociale  e metta fine ad una ‘tiritera’ che ormai va avanti da troppi mesi,  gli imprenditori tutti ne sono convinto seguiranno il buon esempio”